Decisione chiave del governo: arriva una pioggia di milioni con un nuovo fondo

C’è la conferma: il governo ha approvato un nuovo fondamentale fondo di aiuto con una pioggia di milioni in arrivo.

 

Pioggia di milioni dal governo (foto Adobestock)
Pioggia di milioni dal governo (foto Adobestock)

La conferma arriva dal Consiglio dei ministri e nello specifico dall’art.37 del decreto Sostegni bis. Stavolta  ad essere coinvolte sono le grandi aziende, che riceveranno un grosso stimolo per confermare la crescita  del Pil fino alla fine del 2021 ed oltre.

Il fondo, stabilito nella somma di 400 milioni, è finalizzato al sostegno di chi si è trovato e si sta trovando in difficoltà a causa della pandemia. Sono infatti centinaia le aziende che hanno visto ridurre, se non azzerare, il proprio fatturato e gli ordinativi, tanto da sfruttare al massimo della possibilità la CIG a zero ore.

Stavolta non ci saranno ulteriori ritardi, vista l’approvazione immediata del decreto attuativo firmato dal ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti. La situazione di permanente emergenza non consente di uscire dall’impasse ed i timori per la variante Delta con la possibilità di nuovi futuri blocchi rischia di frenare l’uscita dalla crisi.

Come funziona il fondo da 400 milioni

Pioggia di milioni dal governo (foto Adobestock)
Pioggia di milioni dal governo (foto Adobestock)

Il fondo, decretato nella somma di 400 milioni, sarà gestito da Invitalia attraverso una serie di prestiti agevolati rimborsabili in 5 anni. Potranno accedere le imprese con un numero pari o superiore a 250 dipendenti e con un fatturato superiore a 50 milioni di euro o un bilancio maggiore di 43 milioni.

LEGGI ANCHE:Tokyo 2021, quanto costano le Olimpiadi dopo la pandemia

Naturalmente non sono questi gli unici requisiti richiesti. L’azienda, che deve operare sul territorio italiano, deve trovarsi in amministrazione straordinaria, ma soprattutto deve presentare un piano dettagliato di rilancio dell’impresa che tuteli l’occupazione.

LEGGI ANCHE: Bonus auto, arrivano nuovi incentivi grazie al decreto Sostegni

Il piano dovrà essere approvato dai responsabili di Invitalia, che si occuperà poi dell’erogazione del prestito. Tutto sarà vincolato dall’autorizzazione della Commissione europea, ma il ministro Giorgetti è soddisfatto del fondo perché darà un aiuto concreto a chi ha subito conseguenza disastrose a causa della pandemia. Secondo il politico è importante far sentire le azienda appoggiate dallo stato, non lasciate sole e questo fondo costituisce un ponte per chi si trova in temporanea difficoltà, ma allo stesso tempo ha la forza di tornare ad una normalità operativa.