Quanto è costata all’Italia la missione in Afghanistan

Nei prossimi mesi, le truppe armate della Nato lasceranno l’Afghanistan. Ecco i costi sostenuti fino ad oggi. 

Via dall’Afghanistan. Joe Biden ha fortemente voluto il ritiro dei contingenti della Nato impegnati nella missione “Resolute support” in Afghanistan e così, dopo trattative e decisioni, è cominciato l’addio in un modo che è stato definito “coordinato e nel rispetto massimo delle misure per garantire la sicurezza”, come riferiva qualche settimana fa un responsabile dell’Alleanza. I militari impegnati erano 9.600, mentre il ritiro è stato deciso dopo che Biden ha fatto appello di porre fine ad una guerra dalla durata lunghissima. Dopo 20 anni, dunque, la Nato ha deciso di ritirare le truppe.

Leggi anche: Digitalbits nuovo sponsor della Roma: i giallorossi a braccetto con le criptovalute

Era stato il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, qualche tempo fa, ad annunciare che avrebbero lasciato il Paese anche le truppe italiane accanto a quelle statunitensi, che diranno addio ufficialmente entro la data massima dell’11 settembre 2021. Una missione ventennale, causata dagli attacchi del 2001 al World Trade Center di New York e al Pentagono, e proseguita nel corso di questi lunghi anni in cui la difesa è stata priorità delle truppe. Ogni missione, però, ha un costo e a far il punto sulle spese militari italiane ci ha pensato l’Osservatorio Mil€x, che ha stimato il costo dell’operazione per il nostro governo.

Leggi anche: Moda, Lotto è il nuovo partner di Zara: arrivano le capsule collection

I costi

Nel 2020, il costo sostenuto sarebbe stato di 8,4 miliardi di euro. Con il rientro delle truppe, tuttavie, il costo aumenterà certamente tanto che potrebbe essere superato il tetto degli 8,5 miliardi di euro. L’anno in cui il governo ha pagato di più è il 2011, quando le truppe italiane erano 4.250, un record per l’Italia a livello di numeri. Secondo il report, le spese per gli stanziamenti diretti furono di ben 808 milioni, 667 mila, 427 euro. I costi extra, nei quali rientrano le spese per trasporto di uomini e mezzi o la costruzione di basi e infrastrutture, sarebbero stati pari a 106 milioni e 80 mila 944 euro.

Il numero delle truppe scende nel corso del tempo: 4 mila nel 2012; 2.900 nel 2013; 1.872 nel 2014; 732 nel 2015; 950 nel 2016; 900 nel 2017; 800 dal 2018 al 2020 compreso. Negli ultimi tre anni, insomma, la missione è costata complessivamente 879 milioni 455 mila 091 euro. Il nostro governo ha anche versato un contributo all’esercito dell’Afghanistan a partire dal 2015. Si tratta di una cifra pari a 120 milioni di euro all’anno. Un totale di 720 milioni di euro.