Come scegliere la migliore carta prepagata per le vacanze

Ad un passo dalle vacanze è bene decidere come pagare tutti i nostri acquisti: come scegliere la carta ricaricabile più adatta.

Le migliori prepagate per l'estate (foto Adobestock)
Le migliori carte prepagate per l’estate (foto Adobestock)

Finalmente ci siamo, le vacanze estive sono ad un passo di distanza e più che mai come nel 2021, nonostante i timori di risalita dei contagi a causa della variante delta, siamo in attesa di poterci godere le meritate ferie.

Tra i preparativi prima della partenza va considerato il sistema con cui ci porteremo dietro il denaro. Che si viaggi in Italia o si sia scelta una meta turistica estera va valutata sia la sicurezza che la comodità. Utilizzare solo contante può essere infatti un rischio: come portarlo con se, soprattutto nei luoghi affollati? Il rischio di un furto o addirittura di una rapina non può essere escluso e non basta ingegnarsi pensando a nascondigli improbabili.

Allo stesso tempo utilizzare la nostra normale carta di credito può costituire un’occasione per chi organizza truffe, anche telematiche. Queste, insieme al bancomat, possono utilizzare tecnologia contactless, una sistema per facilitare i pagamenti ma che si presta a rischi. Allo stesso tempo pagare con questi sistemi in negozi sconosciuti aumenta le possibilità di frodi.

Per evitare tutti questi rischi e godersi in pace la vacanza la soluzione migliore è scegliere un carta prepagata. Ma quali tipi ci sono in commercio?

Carta prepagata: le tipologie e quelle più adatte per le vacanze

Le migliori prepagate per l'estate (foto Adobestock)
Le migliori prepagate per l’estate (foto Adobestock)

Una carta prepagata è composta, come le normali carte di credito da un codice a 16 cifre e viene consegnata con un PIN, per poter anche prelevare o effettuare pagamenti oltre una certa soglia. Vengono emesse da tutti gli istituti e funzionano sui normali circuiti, come Visa, Mastercard o Maestro. Il vantaggio è di poter decidere quale importo caricare: questo impedisce ad eventuali malfattori di prosciugare cifre altissime e di poter girare senza timori.

Queste carte hanno solitamente una emissione gratuita. Per alcune si paga un modesto importo per la ricarica ed altre possono essere dotate di un IBAN, comodo per ricaricarle da un eventuale conto online o per ricevere un bonifico. Di fatto sono dei conti correnti virtuali, ma con costi azzerati e, finita la vacanza, si possono utilizzare anche per domiciliare bollette o accreditare lo stipendio.

LEGGI ANCHE: Playstation Plus, Sony annuncia in anticipo le aggiunte gratuite di agosto

Le carte prepagate ricaricabili permettono di aggiungere fondi, sfruttando diversi canali, sia fisici che digitali. Questo in teoria permette di caricare solo il denaro che serve, nulla di più: oltre che per le vacanze sono ottime per fare acquisti online, i costi sono davvero bassi e sono richiedibili velocemente (ottime prima della partenza).

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza, i fratelli Bianchi dal carcere preoccupati di perderlo

In alternativa esistono anche le carte usa e getta, che vengono acquistate con un importo già compreso. Una volta terminato non possono essere riutilizzate, ma hanno il vantaggio di essere immediatamente attive: sono ottime in caso di emergenza.