Raffaella Carrà, il testamento: a chi andrà il suo patrimonio

Tra le proprietà di Raffaella Carrà, si annoverano una dimora a Roma; una villa a Monte Argentario; un’altra proprietà in Toscana.

Raffaella Carrà lascia in eredità qualcosa ai suoi cari e qualcosa in più a tutta Italia. Il 5 luglio scorso, la notizia del decesso della diva dal caschetto biondo ha sconvolto profondamente l’Italia, che ha pianto a malincuore la scomparsa della Carrà. Un’icona di stile, di talento e di originalità che ha impresso un segno indelebile nella nostra cultura, diventando parte della storia culturale e artistica del nostro Paese. Ora che non c’è più, iniziano le prime indiscrezioni sul suo patrimonio.

Leggi anche: Green pass, occhio alla truffa via sms che può prosciugarti il conto

Tra le sue proprietà, si annoverano una lussuosissima dimora nel quartiere di Vigna Clara, a Roma; una villa in Toscana nel cuore del Monte Argentario; un’altra proprietà in Toscana nel comune di Montalcino, in provincia di Siena. Nulla si sa, invece, della cifra esatta del suo patrimonio, dal momento che la stessa Carrà è sempre rimasta vaga sulle cifre da lei percepite nei suoi anni di lunga e proficua carriera. Si tratta, certamente, di una cifra a molti zeri. “Sicuramente guadagno bene ma il mio è un duro lavoro. Il mio cosiddetto mega-contratto? Se sapessero quanto pago di tasse! E il rischio dove lo mettono? Mi rimbocco le maniche e cerco di attirare i telespettatori nei programmi serali”, diceva la Carrà parlando dei suoi compensi.

Leggi anche: Marcell Jacobs e la passione per i diamanti: quel dettaglio a Tokyo 2020

Il patrimonio immobiliare

Quanto al patrimonio immobiliare, la splendida dimora di via Nemea 21, nella Capitale, è una zona residenziale e ricca di giardini. In Toscana, la villa nel cuore del Monte Argentario si trova davanti l’isola del Giglio e l’Isola di Giannutri. In quella casa ha vissuto per moltissimi anni con il compagno Sergio Iapino. Si annovera, poi, la casa a Montalcino, in provincia di Siena.

Nulla si sa del suo testamento. La Carrà non ha figli né parenti diretti. Enrico Boncompagni, suo compagno storico, è deceduto all’età di 84 anni; Sergio Japino è stato colui che ha dato la notizia della morte della diva. Ci sono due nipoti a cui potrebbe andare l’eredità della conduttrice italiana: Matteo e Federica, che aveva preso in custodia dopo la morte del fratello Renzo Pelloni. Probabilmente, qualcosa andrà a loro e forse al suo ex compagno Japino.