Vodafone, stangata in vista per i clienti: chi sarà colpito dai rincari

Un colpo di coda di Vodafone, che rischia di rovinare le vacanze a tanti: aumentano le tariffe telefoniche, ecco chi sarà coinvolto.

I risultati trimestrali del colosso di telefonia mobile sono positivi, soprattutto guardando all’anno passato, tuttavia questo non ha impedito una decisione drastica, quella di aumentare i costi delle tariffe. La rimodulazione non riguarda tutti i clienti, che tuttavia dovranno verificare le proprie condizioni contrattuali per scoprire se sono o meno coinvolti in questa operazione. In realtà Vodafone ha già avvertito i clienti con un SMS alla fine di giugno.

Si tratta di una base utenti con ricaricabile e offerte attivate nel corso del 2020. L’aumento del prezzo cambia tra i 49 e i 99 centesimi, ma sono previsti rincari fino a 1,99 euro. Vodafone ha cercato di compensare questi aumenti con dei bonus in minuti e Giga, ma questo non bastano se si pensa che per alcuni si tratta di un incremento anche del 20% di quanto viene pagato mensilmente.

Vodafone aumenta le tariffe ai clienti: fino a quasi 2 euro di rincari

Non è la prima volta che Vodafone alza l’asticella in questo 2021, visto che è già accaduto ben 3 volte. Sul proprio portale il gestore avverte che tutti i clienti interessati hanno ricevuto comunicazione entro il 25 giugno con indicato l’esatto importo dell’aumento e che viene data la possibilità di attivare dei Giga aggiuntivi in regalo per 12 mesi chiamando il numero 42590.

LEGGI ANCHE: Tutte le regole sanitarie per gli asili nido e le scuole d’infanzia

Naturalmente viene data la possibilità ai clienti di recedere dal contratto, come del resto prevede la legge. In questo caso c’è la possibilità di non pagare le eventuali penali e costi aggiuntivi e scegliere un nuovo operatore con cui effettuare il nuovo contratto di telefonia.

LEGGI ANCHE: Netflix condiviso, arriva la stangata da 25mila euro per i furbi

La situazione, in realtà, sta coinvolgendo anche altri operatori, che stanno effettuando aggiustamenti nelle tariffe, spesso sempre verso l’alto. Il mercato si sta adeguando ad un mercato che, forse causa pandemia, sembra più fermo del solito. La mancanza di volatilità degli utenti sta inducendo i provider ha “premere sull’acceleratore” delle tariffe, che stanno riprendendo a solire dopo anni di fermo anche provocati dall’ingresso di Iliad in Italia.