Digitale terrestre, attenzione alla data: rischiate di rimanere con la tv al buio

Sta per arrivare la rivoluzione per il digitale terrestre, con le nuove frequenze: ecco le date e le info per non farsi trovare impreparati.

Digitale terrestre (foto Adobestock)
Digitale terrestre (foto Adobestock)

Siamo realmente di fronte ad un cambiamento radicale e il motivo è più semplice di quanto possiate pensare: la banda 700, quella utilizzata per l’attuale segnale del digitale terrestre è stata data in concessione per la rete 5G. Già questo dovrebbe tranquillizzare gli scettici sulla pericolosità della nuova generazione di trasmissione cellulare, che in realtà viene irradiata da oramai 15 anni senza aver provocato danni alla salute dei cittadini.

Detto questo sarà ovviamente necessario farsi trovare pronti al momento del cambiamento. La nuova TV digitale arriverà in due fasi diverse e cambierà anche la codifica, che passerà da MPEG-2 a MPEG-4.

Ma cosa significa questo? Che la trasmissione sarà più compressa, ma allo stesso tempo aumenterà la qualità: potremo vedere televisione in 4K, ad altissima definizione ed i canali saranno realmente interattivi, con la possibilità di vedere diverse inquadrature di un evento, ad esempio. Ma il televisore o il decoder che avete in casa sono già compatibili o dovete affrontare l’ennesima spesa?

Nuovo digitale terrestre, come verificare la compatibilità di tv e decoder

Digitale terrestre (foto Adobestock)
Digitale terrestre (foto Adobestock)

La seconda fase, quella con lo spegnimento del canale DVB-T in favore del nuovo DVT-T2 arriverà tra il 21 e il 30 giugno 2022. Questo segnale sarà inviato con codifica HEVC Main10 e questo sarà il momento in cui si rischierà di avere uno schermo totalmente scuro, senza segnale. Per capire se gli apparecchi sono compatibili è possibile effettuare alcune prove.

LEGGI ANCHE: Covid, i rischi dei lavoratori che non vogliono vaccinarsi

Intanto è possibile fare questo test: basta cercare i canali 501 per Raiuno HD, 505 per Canale 5 HD e infine il 507 per LA7 HD. Se almeno uno di questi canali è visibile significa che non ci saranno problemi al momento dello switch off, altrimenti sarà necessario cambiare tv o decoder.

LEGGI ANCHE: Il business dei vaccini: ecco quanto guadagna Pfizer

Ma questo non basta: per il passaggio definitivo al DVB-T2 servirà una ulteriore verifica. Per farla basta sintonizzare la TV sui canali 100 e 200 e se appare la scritta TEST HEVC Main 10 significa che è tutto a posto. In caso di mancata visualizzazione si può tentare un risintonizzazione automatica, ma se questo messaggio non appare saranno guai seri a partire dal 30 giugno 2022.