Risparmiare sugli asili nido, le detrazioni fiscali da richiedere

L’assistenza per l’infanzia in Italia è molto trascurata e sono molti i genitori che rinunciano a mandare i propri figli all’asilo per gli elevati costi. Queste agevolazioni rendono tutto più facile.

 

Il tema degli asili nido è molto trascurato in Italia. L’assistenza all’infanzia è talmente poco importante nel nostro paese che non trova posto neanche all’interno della Legge di Stabilità. Questo si ripercuote sulle famiglie. Molti genitori sono costretti a mettere da parte qualsiasi opportunità di carriera e lavoro per stare dietro ai figli 24 ore su 24 per via degli elevati costi degli asili nido. Le agevolazioni e detrazioni fiscali per l’asilo nido esistono, e anche se non sono molte o molto alte, possono aiutare con le spese dell’asilo nido e dare un attimo di respiro ai genitori.

Leggi anche: Se dimentichi di pagare il bollo puoi rimediare: ecco come

Una detrazione IRPEF è presente sia per gli asili pubblici che privati, arriva a un massimo del 19% ed è rivolto a tutti i genitori con figli dai 3 mesi ai 3 anni. Il tetto massimo di spesa su cui si può effettuare il calcolo è di 632 euro per ogni figlio, quindi la detrazione ammonterebbe al massimo a 120 euro per figlio. In quanto detrazione IRPEF, lo sconto si applica solo a chi compila correttamente la dichiarazione dei redditi. Un’opzione alternativa all’asilo nido è una forma di assistenza ai bambini molto diffusa nel nord Europa: il Tegesmutter, un asilo nido a domicilio in cui lavora una figura professionale specializzata. In Italia questa pratica è ancora poco diffusa, ma potrebbe conciliare la necessità delle famiglie di trovare qualcuno che si occupi dei bambini con quella delle donne in cerca di un’occupazione. Per poter lavorare in un Tegesmutter è necessario un corso professionale apposito.

Leggi anche: Tutta la Serie A 2021 – 2022 solo su Dazn: costi e offerte

Scegliere con attenzione in che asilo mandare i propri figli può essere una scelta vincente per quanto riguarda il risparmio. Scegliere un asilo che utilizzi la filiera corta per il proprio servizio di mensa permetterà non solo di risparmiare un poco sull’asilo, visto che la filiera corta generalmente ha costi più bassi del normale, ma darà anche garanzie che i propri figli abbiano sempre un’alimentazione corretta. Una scelta vincente sia per il risparmio delle famiglia, sia per le aziende locali, sia per l’ambiente.