Indipendenza energetica: questi sono i primi passi da compiere

Ecco cosa significa indipendenza energetica e quali sono i modi per ottenerla, risparmiando notevolmente sui consumi. 

Quando si parla di indipendenza energetica, non tutti hanno chiaro cosa si intende. Cerchiamo di fare chiarezza, quindi, partendo proprio dalla definizione del concetto. Già nel 2020, l’ottenimento dell’indipendenza energetica sembrava essere realtà. Una realtà resa ancora più concreta dai numerosi passi avanti fatti nell’ultimo anno. Per indipendenza energetica, si intende la completa autonomia dalla rete pubblica, basata su un modello in cui la generazione di energia elettrica è centralizzata, attraverso la trasformazione di combustibili fossili ed idrocarburi in energia elettrica presso grandi centrali elettriche. Da quel punto, l’energia viene trasmessa fino ad arrivare alle reti di distribuzione.

Leggi anche: Mobili ed elettrodomestici pagati la metà, come puoi usare il bonus per la casa 2021

Parlare di indipendenza energetica significa dunque parlare di autosufficienza a livello energetico attraverso una produzione locale di energia. Uno dei primi passi per raggiungere l’indipendenza energetica, ancor prima dell’uso di tecnologie avanzate, è guardare alle proprie abitudini di consumo e monitorare i consumi domestici. Questo, infatti, è un passaggio necessario per capire quanta energia serve produrre. Ad oggi, la soluzione più in voga è quella di un impianto fotovoltaico. Tuttavia, l’obiettivo è da raggiungere in comune, non individualmente. Condividere energia con i membri che ne hanno bisogno permette di ottimizzare i consumi e di rendere l’autoconsumo non più individuale, ma collettivo.

Le tecnologie più usate

Ad oggi, le opzioni per raggiungere l’indipendenza energetica sono diverse. E’ possibile scegliere tra diverse tecnologie, alcune delle quali avanzate ma che richiedono, spesso, strumenti  e costi abbastanza elevati per la loro installazione. Alcune delle tecnologie più note per raggiungere l’indipendenza energetica sono:

  • Fotovoltaico
  • Piano Cottura ad induzione magnetica
  • Impianto radiante sottopavimento
  • Utilizzo ACS
  • Surplus Energy Capture
  • Serbatoio di Accumulo Termico
  • Pompa di Calore Aria-Acqua
  • Inverter multifunzione con Accumulo al Litio