Bagaglio smarrito: non potrai chiedere più di mille euro, dicono i giudici

Il tribunale ha deciso che il rimborso per il bagaglio smarrito non può superare i 1000 euro, comprese le spese e i danni morali.

Bagaglio smarrito (foto Adobestock)
Bagaglio smarrito (foto Adobestock)

Questo limite quindi deve comprendere tutto, sia il risarcimento al passeggero per la perdita del bagaglio, sia le spese da affrontare per acquistare le cose necessarie per il soggiorno, sia il danno morale. Questo limite può essere superato solo se al momento dell’imbarco, pagando un supplemento, viene dichiarata l’esistenza di uno speciale interesse alla consegna. Solo in questo caso il vettore è tenuto a pagare la somma dichiarata a meno che non dimostri che la cifra supera l’interesse reale del mittente alla consegna.

Tutto questo è scaturito dalla sentenza della Cassazione, numero 3165, che ha accolto il ricorso Alitalia ricordando la convenzione di Montreal, dove viene ribadito che al tribunale non viene preclusa la possibilità di riconoscere, a patto che questo non cozzi con l’ordinamento nazionale, una ulteriore somma che coincida in tutto o in parte con le spese processuali e con gli altri oneri legati alla controversia più gli interessi. Per questo il terzo grado della giustizia italiana ha giudicato eccessiva la richiesta di 2275 euro che è stata riconosciuta ad un passeggero nei gradi precedenti, a causa di un bagaglio perso in un volo Brindisi-Roma-New York e operato da Alitalia e da American Air Lines.

La Cassazione ha deciso: massimo 1000 euro di rimborso per i bagagli persi

Bagaglio smarrito (foto Adobestock)
Bagaglio smarrito (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Covid, le Forze dell’Ordine non possono entrare in casa tua. Ecco cosa dice la le legge

Infatti, nel conto di risarcimento, il passeggero avevo anche inserito il denaro speso per acquistare beni di prima necessità, così da rimediare alla mancata consegna della borsa in tempo utile per il suo soggiorno negli Stati Uniti, ma ad avviso della Cassazione la cifra era troppo alta rispetto a quanto fissato dalla Convenzione di Montreal che invece ha previsto un limite omnicomprensivo dei danno patrimoniali e morali.

LEGGI ANCHE: Ispezioni in casa della Guardia di Finanza, cosa devi sapere

Inoltre i giudici hanno accettato come legittimo l’accordo di dividere le spese tra Alitalia e American Air Lines, respingendo la domanda di manleva della compagnia italiana: i vettori rispondono tutti in solido, dalla partenza fino alla destinazione. Inoltre non è stato individuato il punto in cui il bagaglio è stato perso, dunque la competenza è di entrambe le compagnie aeree.