Guida senza patente, quando e perchè le multe possono arrivare a 30 mila euro

Tutte le conseguenze nel caso in cui si guidi senza avere la patente: attenzione perché si rischiano 30mila euro di multa e altre conseguenze.

Guida senza patente (foto Adobestock)
Guida senza patente (foto Adobestock)

Del resto la legge ed in particolare l’articolo 116 del codice della strada parla chiaro: chi guida con la patente revocata, scaduta o addirittura mai conseguita può subire un’ammenda che parte dai 5mila euro per arrivare fino ai 30mila e il fermo amministrativo dell’autoveicolo per 3 mesi.

Ancora peggio le pene per i recidivi, trovati per la seconda volta alla guida senza documento entro i due anni dalla prima sanzione: rischiano di finire in carcere.

Per fortuna il decreto sulle penalizzazioni, scattato il 6 febbraio 2016, ha depenalizzato alcuni reati, come quello di guida senza patente, che è stata fatta rientrare tra gli illeciti di carattere amministrativo. In particolare il comma XV dell’art. 116 del Cds, specifica che chiunque conduce veicoli senza aver conseguito la corrispondente patente di guida è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000 euro a 30.000 euro. La stessa multa viene applicata a chi viene fermato alla guida di veicoli in assenza di titolo abilitativo, che è stato revocato e non rinnovata a causa di mancanza dei requisiti fisici o psichici. La pena poi si raddoppia nel caso dei recidivi della guida senza patente, che subiscono l’azione penale.

Guidare senza patente: infrazione gravissima e cara

Guida senza patente (foto Adobestock)
Guida senza patente (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Non risparmiare sulla salute: ecco i sintomi per capire se hai un cancro

Guidare senza licenza o con questa scaduta o bloccata non è solo un problema amministrativo, visto che il conducente mette in pericolo l’incolumità degli altri. Per questo le sanzioni sono così dure. Pur non esistendo più il reato di guida senza patente, la sanzioni elevatissime servono a far desistere le persone: pensate che le pene precedenti variavano da 2mila fino ad un massimo di 9mila: il legislatore ha voluto calcare la mano in maniera pesante.

Le principali sanzioni riguardano la guida senza patente, o senza patente corrispondente, con patente revocata o non rinnovata per mancanza di requisiti psico-fisici (sanzione principale da 2.257 a 9.032 euro e arresto fino a 1 anno in caso di reiterazione nel biennio – sanzione accessoria prevista: fermo del veicolo per 3 mesi).
la guida di veicoli di categoria A2 con patente A1; di veicoli di categoria A con patente A1 o A2; di veicoli di categoria B, C, D, con patente B1, C1, D1(sanzione principale da 1000 a 4000 euro -sanzione accessoria prevista: sospensione patente da 4 a 8 mesi);
la guida senza certificato di abilitazione o con lo stesso scaduto (sanzione principale da 168 a 674 euro – sanzione accessoria prevista: fermo del veicolo per 60 gg).

LEGGI ANCHE: Le cause più frequenti d’intossicazione alimentare e come rimediare

Va ricordato che quando si guida è obbligatorio portare con se la carte di circolazione, la patente di guida valida corrispondente al mezzo oppure l’autorizzazione per l’esercitazione di guida. Se si è possessori di patente valida, ma per vari motivi si guida senza averla appresso, la trasgressione è punita con una multa che va da 41 a 168 euro; per i ciclomotori da 25 a 99 euro.
E’ obbligatorio inoltre presentarsi al comando di polizia competente con la patente, entro il termine stabilito sul verbale (solitamente 24 ore). Chiunque senza giustificato motivo non ottempererà all’invito