Rateizzare le cartelle delle multe, in quante mensilità ti è concesso frazionare il debito

Quante rate minimo e massimo si possono fare per pagare cartelle multe Agenzia Entrate nel 2021? Ecco la risposta per chi è in difficoltà.

Cartella esattoriale (foto Adobestock)
Cartella esattoriale (foto Adobestock)

Nel caso in cui il contribuente evasore abbia oggettive difficoltà economiche per saldare il debito accumulato e maggiorato con il fisco, avrà la possibilità di presentare all’Agenzia delle entrate una richiesta di rateazione del debito che potrebbe arrivare fino a 72 rate mensili.

L’opzione di rateizzare le cartelle delle multe è un provvedimento che cerca di aiutare i contribuenti che versano in difficoltà economiche temporanee. Ci possono essere diverse ragioni,  come la trasmissione ereditaria del debito a ruolo, lo stato di crisi aziendale dovuto ad eventi sempre di carattere temporaneo, la scadenza contemporanea di pagamenti riferiti a tributi e contributi e alla carenza momentanea di liquidità finanziaria, la riorganizzazione, la riconversione o la ristrutturazione aziendale, le crisi economiche settoriali e locali.

Ma come si comporta l’Agenzia delle entrate per quanto riguarda la rateizzazione delle cartelle e le agevolazioni che concede?

Rateizzazione delle cartelle esattoriali, quale è il massimo richiedibile

Cartella esattoriale (foto Adobestock)
Cartella esattoriale (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Bagaglio smarrito: non potrai chiedere più di mille euro, dicono i giudici

Dunque, nel caso in cui il contribuenti rientri nelle difficoltà menzionate in precedenza e non riesca a saldare l’unica cifra del debito accumulato e degli interessi, potrà quindi presentare all’Agenzia delle entrate una richiesta di rateizzazione del debito, che può arrivare fino a 72 rate mensili.

In realtà sono ammesse anche 120 rate mensili nel caso di comprovati motivi estranei alle proprie responsabilità o in presenza di una grave situazione di difficoltà ricondotta alla congiuntura economica. Comunque esiste la possibilità di richiedere il pagamento di rate variabili di importo crescente per ciascun anno.

Si può accedere alla rateazione straordinaria nel caso in cui l’importo sia superiore al 20% del reddito mensile del nucleo familiare. Il dato si estrae dall’Indicatore della situazione reddituale da allegare all’istanza. In caso di mancato pagamento nel corso della rateazione di , Il debitore decade automaticamente dal beneficio e deve pagare tutto l’insoluto insieme.

LEGGI ANCHE: Mutuo per la prima casa: 5 rateecco i calcoli che devi fare al momento di scegliere

Si può tornare alla rate le rate non pagate vengono saldate. Se le somme iscritte al ruolo superano i 60mila euro la dilazione può essere concessa se il contribuente documenta la temporanea situazione di obiettiva difficoltà. Una volta presentata la richiesta non possono essere avviate nuove azioni esecutive sino al rigetto della stessa.