INPS e scuola, arriva il bonus di 1300 euro per gli studenti di medie e superiori

In arrivo un bonus dell’Inps destinato agli studenti di scuole secondarie di primo e secondo grado. Somme fino a 1300 euro.

Confermato anche per quest’anno il bonus Inps destinato agli studenti, ottenibile tramite il bando di concorso Supermedia che eroga fondi per alcuni studenti, con somme che possono arrivare fino a 1300 euro. Il bando 2021 è relativo ai risultati scolastici ottenuti nell’anno precedente ed è dedicato agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Ad annunciare la misura è stato proprio l’Inps, con un comunicato dell’8 settembre 2021. Arrivano dunque nuove borse di studio, che verranno concesse a studenti delle scuole secondarie, sia di primo che di secondo grado.

Leggi anche: Nuovo Bonus Covid dal ministero per le attività rimaste chiuse oltre una certa data

Il bando Supermedia 2021 è stato pubblicato dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. Nel bando, si specificano i requisiti per potere avere accesso al bando , riferiti ai parametri ottenuti dallo studente durante l’anno scolastico precedente, quello 2020/2021. Possono fare domanda figli di dipendenti della Pubblica Amministrazione; figli di ex dipendenti della PA attualmente in pensione; figli dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A; orfani di dipendenti della PA.

Leggi anche: Non spendere soldi in medicine: ecco come puoi curare la pressione alta con il cibo

Sono previste 1100 borse di studio del valore di 750 euro se si tratta di cittadini legati alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, i cui figli hanno effettivamente frequentato l’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado; 800 borse dello stesso valore nei confronti di quei genitori che appartengono alla Gestione assistenza magistrale, i cui figli frequentavano lo stesso anno. Potranno fare domanda gli studenti che hanno riportato, al conseguimento del titolo, una votazione pari ad almeno 8/10. In caso di studente con invalidità civile pari al 100%, la votazione minima riportata dovrà essere pari a 6/10 o superiore.

Leggi anche: Lavoratori senza green pass, è già stato deciso come multarli e sostituirli

Le borse di studio relativamente ai primi quattro anni di scuola superiore, invece, possono essere richieste a patto che lo studente abbia riportato, a fine anno, una promozione all’anno successivo con una votazione pari ad almeno 8/10. In caso di studente con invalidità civile al 100% il voto minimo di ammissione alla classe successiva scende a 6/10 o superiore. Per le borse dopo il diploma di scuola secondaria superiore, lo studente dovrà riportare una votazione pari ad almeno 80/100. Per studenti con invalidità civile pari al 100%, la votazione minima è invece di 60/100.