Superbollo auto, la tassa se ne infischia della pandemia e della crisi: cosa ci attende quest’anno

Nonostante la pandemia e la grave crisi economica il governo ha deciso di non cancellare il superbollo, sovrattassa per i veicoli sopra i 185 Kw.

Si tratta di una tassazione extra per le auto destinate al trasporto promiscuo di persone e cose con una potenza superiore alla media. Mentre il bollo auto è una tassa interamente di competenza regionale, il superbollo è un importo aggiuntivo da pagarsi rispetto al bollo e che finisce nelle casse dello Stato. Non è dovuto da tutti ma solo da alcuni soggetti che posseggono determinati veicoli. Il superbollo (definito anche addizionale erariale al bollo auto) deve essere pagato dai possessori di autovetture e autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e cose con potenza superiore a una determinata soglia. In dettaglio, tale addizionale ad oggi è pari a 20 euro per ogni chilowatt di potenza superiore ai 185 kw.

Per fortuna si può pagare in misura ridotta al 60% dopo cinque anni dalla data di costruzione del veicolo, 30%, dopo dieci dalla data di costruzione del veicolo, 15%, dopo 15 anni dalla data di costruzione del veicolo.

Superbollo, ecco chi è esentato dal pagamento della tassaagevolazioni bollo auto

LEGGI ANCHE: Lotteria degli scontrini, è iniziato il conto alla rovescia per chiedere il premio dopo l’estrazione del 23 settembre

Il campo di applicazione del superbollo auto è di per sé piuttosto ridotto. Come abbiamo visto, la tassa scatta solo per le auto con prestazioni elevate. Oltre al proprietario dell’auto, sono soggetti l’usufruttuario nel caso di usufrutto, l’acquirente se di mezzo c’è un patto di riservato dominio e l’utilizzatore con il leasing. Prima di fare calcoli e provvedere al pagamento è indispensabile verificare che non si rientri nei casi di esenzione. In pratica il superbollo non si paga nelle medesime situazioni in cui viene meno il versamento del tradizionale bollo auto. Si tratta ad esempio dei veicoli storici, in caso di furto, demolizione, sospensione dal pagamento delle tasse automobilistiche, vendita dell’auto prima della scadenza del superbollo.

LEGGI ANCHE: Tasse sulla casa stravolte, cosa aspettarci delle nuove norme sull’IMU

Così come accade per il bollo auto tradizionale, anche il superbollo deve essere pagato entro la fine del mese successivo rispetto a quello della scadenza della tassa. Per effettuare il versamento dovrà essere utilizzato il Modello F24 Elide ed utilizzare i seguenti codici tributo: 3364: saldo della tassa, 3365: per eventuali sanzioni, 3366: interessi.