Perchè le intuizioni di Steve Jobs avranno un ruolo nella Ferrari del futuro

Jony Ive, ex capo del design di Apple, collaborerà con Exor e Maranello. Per il Financial Times lavorerà alla prima supercar elettrica.

Ferrari (foto Adobestock)

L’incredibile accordo ha una storia lunga. Il capo del team design di Apple ha lasciato Cupertino nel 2019, dopo ben 20 anni di collaborazione, fondando LoveFrom, una società che raccoglie un collettivo di creativi dedicato unicamente alla qualità dei prodotti delle aziende. Neanche a farlo apposta Apple è diventato il primo cliente, ma oggi è Exor, holding cassaforte degli Agnelli, ad aver chiamato Ive per lavorare con la Ferrari. Questo costituisce un ulteriore step evolutivo per il marchio italiano più rinomato nel mondo. Il designer è uno dei più famosi al mondo grazie al contributo fondamentale dato ai prodotti Apple diventati iconici, come l’iPhone, il Mac e l’iPad.

Il Financial Times, giornale finanziario londinese, conferma che Ive collaborerà con la Ferrari per realizzare la prima automobili solamente elettrica. Si tratta di un impegno davvero importante e fondamentale per la casa, destinata a ribaltare l’assioma che l’ha vista legata per tutta la vita con i propulsori termici. Naturalmente negli ultimi anni Maranello ha approcciato ai sistemi ibridi, sfruttando e mutuando l’esperienza maturata in Formula 1, ma fino ad oggi è mancato il passo aggiuntivo, quello di non utilizzare per un modello un motore legato a idrocarburi. Qualcuno potrebbe pensare ad una vera e propria “lesa maestà”, ma c’è da ricordare che entro il 2035 non sarà più possibile produrre motori a benzina o diesel, quindi il cambiamento è inevitabile.

Perché la Ferrari ha scelto la società di Ive per disegnare la prima Ferrari elettrica

Apple (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Furti d’auto, presto sarà impossibile rubarle: ecco cosa sta già accadendo con i nuovi modelli Mercedes

Ive ha scelto il nome LoveFrom per la sua società ispirato da Steve Jobs sulla produzione delle cose con amore e cura. Intanto il lancio della vettura è previsto per il 2025 e, come spiegato da John Elkann, la Ferrari rappresenta una prima, emozionante occasione per fare grandi cose costruendo insieme il futuro.

LEGGI ANCHE: Al Bano dice che con la sua pensione di 1.470 euro fa fatica ad arrivare a fine mese. Ma sta bluffando

Non ci sono molti dettagli che chiariscano in che modo LoveFrom lavori nelle sue partnership: l’azienda non ha al momento un sito e se lo si cerca online si viene rimandati a un portale creato da un designer che cerca solo di essere notato da Ive. Nella nota diffusa con Ferrari e Exor si legge che la società esplorerà una serie di progetti creativi nel business del lusso”. Per definire meglio il quadro toccherà attendere.