Puoi cestinare il tuo curriculum. Ecco cosa devi fare oggi per trovare lavoro

Il mondo del lavoro è cambiato totalmente rispetto a pochi anni fa, e così anche il recruiting. Non più curriculum kilometrici e competenze, oggi i dipendenti vengono cercati per la personalità.

recruiting moderno

Per capire quanto sia cambiato il mondo del lavoro con l’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione, del web 2.0, dello smart working e del digitale, una buona strada può essere osservare quanto siano cambiati i metodi di recruiting. Una volta per fare una bella impressione con i possibili datori di lavoro, l’arma più importante era il curriculum vitae. Uno strumento che per decenni è stato il primo e principale biglietto da visita di chi cerca lavoro in tutto il mondo. Oggi però si è capito, dati alla mano, che 1 candidato su 3 mente sul proprio curriculum e che i datori di lavoro non dedicano alla lettura di quel fascicolo più di 5-7 secondi. La vera presentazione di una persona viene fatta altrove: con le videochiamate, con l’esposizione delle proprie esperienze e personalità, e con i social.

Leggi anche: iGuzzini a Macerata, addio italiani, arrivano gli svedesi: 103 lavoratori licenziati tutti insieme

Come specifica Rosie O’Callahan, fondatrice dell’agenzia Jasper Rose, responsabile del recruiting di molte grandi compagnie tra le quali Chanel, oggi, più che delle proprie capacità, è necessario presentare la propria persona. Per questo motivo i recruiter e i datori di lavoro non danno particolare peso alle capacità esposte da un candidato, ma piuttosto alla sua personalità, a come si relaziona con gli altri e all’entusiasmo che mette in quello che fa. Dello stesso avviso è anche Darain Faraz, di LinkedIn UK, che spiega come oggi gran parte dei reclutamenti siano passivi. I recruiter non tengono conto tanto della proposizione autonoma dei candidati, ma cercano in prima persona qualcuno che si adatti alle loro esigenze di professionalità. Come? tramite i profili social.

Leggi anche: Condominio se abiti nei piani alti devi pagare di più per la pulizia delle scale. Dicono i giudici

recruiting moderno

Curare i propri profili social come si farebbe per un curriculum è diventato fondamentale perché oggi sono quelli i veri biglietti da visita. La personalità di un candidato deve essere manifesta attraverso i suoi profili per essere contattato da possibili datori di lavoro che avranno cercato persone con la sua personalità e entusiasmo in un determinato settore. O’Callahan porta l’esempio di una ricarca di candidati per un posto da contabile per una marca di lusso specializzata in viaggi sulla neve. Per cercare il profilo adatto, la O’Callahan e la sua equip si sono concentrati su persone qualificate che postassero spesso foto sugli sci sui loro profili social.