500 euro di bonus e non li spendono. E ora è l’Agenzia delle Entrate che vi invita a farlo

Il bonus vacanze 2021, disponibile fino alla fine dell’anno, è stato richiesto da molti, ma alcuni non lo hanno ancora sfruttato. Ecco cosa potete fare nei tre mesi rimanenti.

bonus vacanze

Non tutti quelli che hanno rischiesto il bonus vacanze 2021 lo hanno sfruttato durante l’estate. Alcuni hanno deciso di conservare il bonus per una settimana bianca durante i mesi invernali, ma per paura che qualcuno si dimenticasse di aver richiesto il bonus, l’Ageniza delle Entrate ha pubblicato una guida riassuntiva in cui si spiega come utilizzare il bonus vacanze per i tre mesi che restano prima della scadenza. Il bonus vacanza poteva essere rischiesto entro il 31 dicembre 2020 ed è valido fino al 31 dicembre 2021. Si tratta di un voucher di 500 euro utilizzabile presso una struttura di alberghiera o di ricezione di altro tipo in Italia. In modo da potersi godere una vacanza con un interessante sconto sul costo della permanenza.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, attenzione agli impegni di spesa: l’INPS cambia le date in cui ne avrai la disponibilità

Il bonus era stato pensato nel 2020 come aiuto per risollevare il settore turistico italiano stroncato dalla pandemia. Tuttavia l’estate 2021 non è stata per tutti una stagione di vacanze, considerando il pericolo di contagio ancora alto, tutto sommato. Molti sono stati gli italiani che hanno deciso di rimanere a casa quest’estate e, nonostante abbiano richiesto il voucher l’anno prima, non sono stati in grado di utilizzarlo. Con solo 3 mesi di tempo prima che il voucher non sia più utilizzabile, è ancora possibile per chi ha richiesto il voucher, utilizzarlo per una vacanza nei mesi autunnali, magari sfruttando il ponte del 1 novembre, oppure per trascorrere fuori casa le feste di Natale o Capodanno.

Leggi anche: Riscatto dei contributi per riuscire ad andare in pensione, cosa puoi fare veramente

bonus vacanze

Il bonus vacanze può essere utilizzato nella misura dell’80% sotto forma di sconto per il pagamento dei servizi prestati dal fornitore e per il 30% come detrazione di imposte in sede di dichiarazione dei redditi. La dichiarazione dei redditi può essere riferita sia all’anno 2020 che al 2021, in base a quando è stato utilizzato l’incentivo. Il bonus poteva essere richiesto da tutti i nuclei familiari in possesso di un Isee in corso di validità fino a 40.000 euro e utilizzato a uno qualunque dei componenti del nucleo familiare. La cosa importante in questo periodo in cui si può solo utilizzare e non richiedere il bonus è che il bonus deve essere utilizzato una sola volta. Non è possibile dividere la somma del bonus vacanze in più tranche.