Nuovo bonus auto, sconto del 40% sui costi. E non devi rottamare nulla

Tutto quello che c’è da sapere sul bonus auto elettriche del 40 per cento previsto dalla legge di bilancio 2021.

Nuovo bonus auto, scontro del 40% sui costi. E non devi rottamare nulla

Il bonus auto elettriche del 40 per cento istituito con la legge di bilancio 2021 potrebbe essere sbloccato a breve grazie a un emendamento del decreto infrastrutture. La manovra, infatti, rimandava la definizione e i termini e modalità di richiesta a un successivo decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, che però non è mai arrivato, lasciando tutto in sospeso. Adesso, la situazione potrebbe essere risolta, in caso di approvazione dell’emendamento.

L’incentivo per l’acquisto di auto elettriche dovrebbe essere erogato direttamente dalla concessionaria di vendita nella forma dello sconto sul prezzo. A differenza di altri bonus, dunque, gli automobilisti non dovranno rottamare nulla, ma semplicemente fare l’acquisto. La concessionaria sarà poi rimborsata dalla casa produttrice, che a sua volta recupererà il corrispettivo nella forma del credito d’imposta.

Cosa è il bonus auto elettrica e quali i requisiti

La legge di bilancio 2021 ha previsto questa forma di incentivo per l’acquisto di auto elettriche. Le risorse stanziate dal governo sono di 20 milioni di euro e varranno per tutti gli acquisti fatti entro la data del 31 dicembre 2021. Tra i requisiti, il contributo può essere richiesto solamente dalle persone fisiche e l’ISEE deve essere inferiore a 30.000 euro. 

Ci sono poi una serie di condizioni tecniche: si possono acquistare solo veicoli nuovi di fabbrica di categoria M1, esclusivamente alimentati ad elettricità, con potenza inferiore a 150 kw. Inoltre, il prezzo di acquisto al netto dell’Iva non può superare i 30.000 euro, che diventano 36.000 con l’Iva.

Leggi anche: Ecobonus auto, aperto il portale per le prenotazioni: ecco come fare

Gli altri incentivi per l’acquisto dell’auto

bando regione lazio bonus auto

Il bonus auto elettriche non è cumulabile con altri incentivi previsti dalla normativa per l’acquisto di automobili, ad esempio l’ecobonus auto rivolto ai veicoli con basse emissioni di Co2. Attualmente, infatti, ci sono altri contributi. Nel Decreto Sostegni bis, sono stati aggiunti altri 350 milioni di euro per il fondo del bonus auto. Possono accedere al contributo tutti i veicoli a basse emissioni (fino a 135 g/km di Co2), che siano nuovi o usati. Ci sono poi incentivi rivolti alle auto usate: fino a 2000 euro per la rottamazione di vecchi veicoli fino al 31 dicembre 2021.

Leggi anche: L’Europa ha deciso: stop definitivo alle auto diesel e benzina