Canone Rai, non dovrai più pagarlo con la bolletta

L’abolizione del Canone rai in bolletta diventa realtà. L’imposta non verrà più addebitata a partire dal prossimo anno

Il canone Rai rimarrà nella bolletta elettrica per tutto il 2022 ma, a partire dal 2023, dovrà sparire dagli “oneri impropri” dei costi dell’energia. In sostanza, così come preannunciato da tempo, sarà eliminato l’obbligo di pagarlo mediante addebito sulle fatture emesse dalle società elettriche. La decisione arriva nell’ambito degli impegni presi dal Governo italiano con l’Unione Europea nel Pnrr. Diventa quindi realtà la cancellazione dell’obbligo per i venditori di elettricità di raccogliere tramite le bollette somme che non sono direttamente correlate con l’energia. Niente più addebito, quindi, di 9 euro al mese per 10 mesi sui conti dell’elettricità. Ma come si è arrivati a questa decisione?

Leggi anche: Fisco, come saranno i controlli nel 2022

Il canone Rai era stato inserito come voce nelle utenze elettriche nel 2016 dal governo Renzi che ne aveva ridotto l’importo da 113 a 90 euro all’anno per contrastare l’evasione fiscale. Quell’anno, lo Stato riuscì a incassare 420 milioni in più rispetto al 2015, con una riduzione degli evasori dal 36 al 10%.

Leggi anche: Bonus di 800 euro fino al 2023, a chi spetta e come fare domanda

La spinta è arrivata da Bruxelles che ha chiesto, per motivi di trasparenza e rispetto della concorrenza, di eliminare gli “oneri impropri” dai costi dell’energia. Già, perché per l’Unione Europea il pagamento del canone non è altro che un onere improprio. La misura, introdotta dal governo Renzi nel 2015 con la Legge di Stabilità, era dovuta all’esigenza di mettere un freno all’evasione fiscale del canone Rai in costante crescita. Tuttavia, l’aggiunta del canone Rai alla bolletta elettrica rientrerebbe, secondo Bruxelles, tra quegli “oneri impropri” che il Consiglio dell’Unione Europea ha chiesto all’Italia di eliminare, come da impegni presi nell’ambito del Recovery Plan.

Leggi anche: Carcere per chi non paga le tasse, come stanno davvero le cose

Il governo Draghi, per onorare tali accordi, toglierà l’addebito del canone Rai dalla bolletta. secondo le linee dettate dalla Commissione europea per garantire la concorrenza nei mercati al dettaglio dell’elettricità, il canone appesantisce le bollette dell’energia che diventano così molto più care dell’effettivo dovuto. Ad oggi, gli italiani pagano, per il canone Rai direttamente in bolletta, nove euro in più al mese per 10 mesi sulla bolletta elettrica. Ora però sarà necessario trovare un’altra strada.