Bonus luce e gas, come salvarti subito dal rincaro bollette

Nel primo trimestre del nuovo anno si registreranno aumenti pari al +55% per l’elettricità e +41,8% per il gas.

Sarà un anno salato, a causa del rialzo dei prezzi che non accenna ad arrestarsi. Dopo i rincari registrati nel 2021, beni e servizi continueranno ad aumentare anche nel 2022, portando un aumento generale dei costi di moltissimi servizi e prodotti. Aumentano non solo cibo e benzina, ma anche servizi sanitari e bollette. Qui, il “caro prezzi” si fa sentire particolarmente con prezzi di luce e gas schizzati alle stelle. Secondo le stime dell’Arera, l’ Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, nel primo trimestre del nuovo anno si registreranno aumenti pari al +55% per l’elettricità e +41,8% per il gas.

Leggi anche: Quanti soldi posso prelevare dal 1 gennaio dal conto corrente? Tutto quello che c’è da sapere 

I rincari peseranno fortemente sui bilanci delle famiglie. L’Unione Consumatori, infatti, ha previsto una stangata da oltre mille euro in più a famiglia, prevedendo una maggiore spesa di 1.008 euro solo per le bollette, di cui 441 euro per luce e 567 euro per il gas. L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha calcolato un aumento di 1.228,80 euro nel 2022, con rincari sui beni alimentari, sulle assicurazioni auto, sui servizi bancari, sulle tariffe autostradali, sui trasporti, sui prodotti per la casa, sulle prestazioni sanitarie, sui servizi di ristorazione, sulle comunicazioni.

Leggi anche: Assegno unico, come recuperare gli importi persi a gennaio e febbraio

Arriva un bonus

 

Per venire incontro alle esigenze di moltissime famiglie, sono state attivate una serie di misure per aiutare le famiglie in difficoltà ad usufruire dei bonus sociali per l’elettricità sono 2,5 milioni di nuclei familiari mentre il bonus gas viene utilizzato da 1,4 milioni di consumatori. L’Arera ha potenziato i bonus che sosterranno le famiglie in difficoltà con circa 600 euro e ha definito un sistema di rateizzazione, per cui è previsto un fondo di un miliardo di euro stanziato dalla Legge di bilancio. Nel primo trimestre 2022, quindi, l’Arera dovrà ridurre le aliquote relative sugli oneri generali di sistema che saranno del tutto annullati per le utenze della luce fino a 16kwh. Ad averne diritto sono i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico e Isee non superiore ai 20 mila euro; i titolari di reddito o pensione di cittadinanza; i soggetti con gravi malattie che ricorrono ad apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita. Gli oneri di sistema saranno annullati anche per le piccole imprese come bar e artigiani.