Soldi a fondo perduto, tutti quelli che puoi chiedere per la tua famiglia

Tra i bonus inglobati all’interno dell’assegno unico per i figli non è finito il bonus famiglia, che potrà essere richiesto a parte. L’introduzione dell’assegno unico ha modificato alcune componenti del bonus, ma rimane una risorsa molto utile.

 

Come noto, l’introduzione dell’assegno unico per i figli ha permesso l’eliminazione di molti bonus alla famiglia collaterali, come il bonus bebé o il bonus mamma domani, non più disponibili per il 2022. I molti bonus che sono stati tolti per far spazio all’assegno unico saranno ancora percepibili per i due mesi antecedenti alla corrispondenza della prima mensilità disponibile dell’assegno unico, che comincerà la distribuzione a marzo. Per gennaio e febbraio, quindi, saranno ancora disponibili i bonus famiglia del 2021 prima di sparire per sempre.

Leggi anche: Legge 104, come pagare meno le bollette di luce e gas

Sarebbe quindi ancora possibile, mandando la richiesta ora, ottenere gli ANF di alcuni bonus e detrazioni fiscali per il periodo che va da luglio 2021 a febbraio 2022 per poter ottenere le mensilità di gennaio e febbraio 2022. Vi è inoltre la possibilità di richiedere gli arretrati sugli assegni familiari non ricevuti negli ultimi 5 anni. Ad essere incluso nella lista dei bonus che è possibile richiedere per gli ultimi 2 mesi c’è il bonus mamma domani, ovvero il premio di 800 euro riconosciuto a partire dall’entrata nell’8° mese di gravidanza, o comunque nei casi di parto o adozione. Se l’evento si è verificato entro il 31 dicembre 2021 è possibile richiedere il bonus anche nei primi mesi del 2022. Stessa cosa vale per il bonus bebé, per le nascite o le adozioni avvenute entro il 31 dicembre 2021, che in ogni caso verrà corrisposto per 12 mensilità in caso di accettazione della domanda.

Leggi anche: Bonus luce e gas, come salvarti subito dal rincaro bollette

Lo stesso meccanismo dei due bonus sopra citati vale anche per le detrazioni per i figli a carico. Queste verranno riconosciute ancora in busta paga per i mesi di gennaio e febbraio 2022, dopo di ché verranno cancellate automaticamente per far posto all’assegno unico. A differenza dei bonus, però, le detrazioni non spariranno del tutto. Ci saranno infatti alcune famiglie che potranno ancora beneficiarne:

  • Famiglie con figli maggiorenni, tra i 21 e i 24 anni che producono un reddito pari o inferiore a 4.000 euro nel periodo d’imposta di riferimento;
  • Famiglie con figli maggiorenni con più di 24 anni che producono un reddito pari o inferiore a 2.840,51 euro;
  • Famiglie con figli con più di 21 anni disabili, per i quali spetta sia l’assegno unico che la detrazione per familiari a carico.