Buoni fruttiferi postali, perché le Poste chiedono i tuoi risparmi

Esistono buoni fruttiferi postali che offrono interessi piuttosto interessanti. Ecco di cosa stiamo parlando e quali sono

I buoni fruttiferi postali sono un ottimo metodo per investire una piccola quantità di soldi e, in maniera sicura e garantita, raccogliere gli interessi dopo qualche anno. Esistono buoni fruttiferi postali che offrono interessi molto interessanti. Ecco di cosa stiamo parlando e quali sono.

Si tratta di buoni fruttiferi con interessi lordi che possono arrivare fino al 2,50% e che hanno una particolarità: sono dedicati ai minori. Questo strumento di investimento, infatti, viene utilizzato per dare la possibilità in futuro a chi adesso è minore e vorrà realizzare un progetto personale tra qualche anno. Ecco di cosa stiamo parlando.

Buoni fruttiferi postali al 2,50%

I buoni fruttiferi postali, come detto in precedenza, sono strumenti di investimento finanziario molto utili. Vengono emessi da Cassa Depositi e Prestiti e sono rimborsabili senza alcun costo. Oltre ad essere garantiti dallo Stato, i buoni fruttiferi offrono un’aliquota agevolata sugli interessi del 12,50%.

Tuttavia, è possibile intestarli solo ai minori tra 0 e 16 anni. Se si decide di usufruire della forma dematerializzata, è possibile sottoscrivere questi buoni nel piano di risparmio piccoli e buoni, oppure dai genitori (inclusa la forma disgiunta).

È inoltre possibile realizzare la sottoscrizione online, attraverso l’applicazione dedicata o sul sito web. Tuttavia, questa sottoscrizione potrà essere effettuata solo dai genitori con responsabilità genitoriale, che godono della legittimità a fare operazioni sul conto del minore in questione.

I buoni fruttiferi postali possono garantire degli interessi piuttosto interessanti, i quali, insieme alla loro grande sicurezza, fanno di questi un ottimo investimento. Gli interessi annui lordi dei buoni fruttiferi postali per minori, infatti, sono dello 0,50% dopo il 1°, e fino al 3° anno.

Con il passare del tempo, infatti, gli interessi crescono: dopo il 4° anno, infatti, gli interessi annui lordi sono dello 0,75%, dell’1% dopo il 5° anno, dell’1,25% dopo il 6° e 7° anno. Dopo l’8° e fino all’11° anno, invece, gli interessi salgono all’1,50%. Infine, gli interessi sono del 2% dopo il 12°, fino al 15° anno e del 2,50% dopo il 16°, fino al 18° anno.

Dunque si tratta di investimenti di lungo periodo che, tuttavia, possono davvero rappresentare una buona soluzione per il futuro dei minori presi in considerazione.