200 euro dal Governo a giugno. Cosa devi fare per non perderli

Arriva un bonus economico di 200 euro da parte del governo per alcune categorie. Ecco cosa devi fare per non perderli

(Pixabay)

Nella giornata di ieri, il governo ha stanziato un bonus economico di 200 euro per particolari categorie di lavoratori. Si tratta, appunto, di una tantum che verrà erogata direttamente nella busta paga di coloro che soddisfano determinati requisiti utili alla ricezione del bonus economico stanziato dal governo.

A causa del caro vita, infatti, causato dall’esponenziale aumento del prezzo dei carburanti e dalla scarsità delle materie prime, il potere d’acquisto della popolazione italiana si è ridotto notevolmente. Tanto da spingere il governo a pensare ad un nuovo incentivo economico per chi è più in difficoltà.

Bonus di 200 euro, cosa fare per non perderli

Arriva l’aiuto economico per alcune famiglie italiane che sono in difficoltà a causa dell’aumento delle bollette e del prezzo dei beni di consumo. I livelli record dell’inflazione, infatti, ha impoverito la popolazione diminuendo notevolmente il suo potere d’acquisto.

L’esecutivo, dunque, ha dato il via libera al “decreto aiuti” stanziando circa 14 miliardi per famiglie e imprese. È stato prorogato, infatti, il taglio delle accise sui carburanti fino all’8 luglio 2022, con una diminuzione di 30 centesimi alla pompa. Inoltre, è stato introdotto un bonus bollette retroattivo, pensato per coloro che hanno un Isbee sotto i 12 mila euro.

A queste misure, si aggiunge il bonus di 200 euro per le famiglie. Inizialmente, il governo era dell’idea di attuare un taglio di circa lo 0,8% del cuneo fiscale, ma alla fine si è optato per il bonus economico. Questo spetterà a circa 28 milioni di italiani, tra cui lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati.

Come accedere al bonus

Potranno accedere al bonus di 200 euro solo chi ha un Isee di 35mila euro annui e consisterà in una tantum, dunque verrà erogato una sola volta, in un’unica soluzione. L’importo sarà versato automaticamente nella busta paga del beneficiario lavoratore dipendente.

Per quanto riguarda, invece, i lavoratori autonomi, non è ancora ben chiaro quale sarà il meccanismo di ricezione del bonus, ma si pensa che sarà il datore di lavoro a doverli anticipare. Infine, i pensionati riceveranno il bonus direttamente dall’INPS.

Per ricevere l’importo non sarà necessario fare alcuna richiesta, in quanto la somma verrà erogata direttamente. Ad oggi, non vi è ancora una data precisa rispetto al pagamento del bonus, ma si pensa che questo verrà erogato tra il mese di giugno e luglio.