435 euro: c’è una multa per l’auto ferma anche se non è in divieto di sosta

Molti guidatori non sono a conoscenza del fatto che esiste una multa anche per chi ferma l’auto anche se non in divieto di sosta. L’entità della sanzione in questo caso è di 435 euro. Approfondiamo insieme l’argomento.

Come già saprete se si ferma l’auto in divieto di sosta, si va incontro ad una multa a causa della violazione del Codice della Strada. Tuttavia, non tutti sono a conoscenza del fatto che si può rischiare una multa anche se la macchina è ferma in regolare sosta. La legge è estremamente severa con chi mette in atto la pratica in esame poiché è estremamente pericolosa.

In particolare, il Codice della Strada considera una condotta contro la legge la pratica di sostare con il motore acceso per far funzionare il condizionatore. Nello specifico, il divieto è fissato nell’articolo 157 comma 7-bis. Si tratta sicuramente di un’abitudine piuttosto diffusa e che in molti mettono in atto senza pensare alle conseguenze. Queste sono di natura ambientale poiché per far funzionare l’aria condizionata si tiene acceso il motore causando gravi danni all’ecosistema.

Ciò detto, per quanto concerne le sanzioni previste in questo caso, esse vanno da un minimo di 218 ad un massimo di 435 euro. Il fine dunque è quello di evitare l’emissione di materie inquinanti anche quando la propria auto non è in marcia. Com’è ovvio, come la stessa normativa prevede, la multa viene comminata soltanto nel caso in cui l’autovettura sia in sosta e non dunque durante la fermata. Questo perché, mentre la fermata è una pratica che ha una durata limitata nel tempo e comunque breve, la sosta comporta una sospensione della marcia del veicolo per un tempo prolungato. Ad ogni modo, come accennato all’inizio dell’articolo, nella gran parte dei casi si tratta di una pratica che viene messa in atto in maniera del tutto inconsapevole, tuttavia non meno dannosa per il pianeta. E’ chiaro dunque che almeno quando l’autovettura non è in marcia, il motore deve essere tenuto spento al fine di limitare l’inquinamento atmosferico. L’attenzione all’ambiante deve essere sempre maggiore per evitare di andare incontro a problemi molto seri soprattutto con i quali faranno i conti soprattutto le generazioni future.