Reddito di Cittadinanza e contanti, quando ti è consentito superare il limite di prelievo

Chi percepisce il Reddito di Cittadinanza deve attenersi alcune regole tra cui quella di non superare il limite di prelievo. Approfondiamo insieme l’argomento.

Come molti di voi già sapranno, il Reddito di Cittadinanza consiste in una misura introdotta per contrastare la povertà così come le disparità sociali. Essa si inserisce nell’ottica di una maggiore inclusione sociale volta ad integrare i redditi delle famiglie che versano in condizioni economiche più precarie. A tal proposito, tra i percettori di Reddito di Cittadinanza ci si chiede se esista un limite di contanti oltre il quale non si può andare. In particolare, per molti non è chiaro se ci sono casi in cui ciò è reso possibile e altre dove invece non è consentito. In realtà possiamo dire che la normativa in vigore è molto chiara al riguardo.

La legge, di fatti, stabilisce che coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza si attengano al limite di 100 euro per quanto concerne il prelievo di contanti, al mese. Nello specifico ciascun individuo deve limitarsi a prelevare un massimo di 100 euro mensili. Questi, peraltro, devono essere moltiplicati per la scala di equivalenza del nucleo familiare a carico di colui che ne beneficia. Ad ogni modo, il predetto prelievo non può superare i 210 euro che salgono a 220 euro nel caso in cui nel nucleo familiare sia presente un componente affetto da disabilità. Nel dettaglio, il valore di 100 euro mensili va sommato al risultato ottenuto dalla moltiplicazione del coefficiente per ogni componente della famiglia. A tal proposito, nel caso dei componenti maggiorenni il predetto coefficiente è fissato a 0,40 per nel caso di quelli minorenni a 0,20.

Ad ogni modo, questo cambia nel momento in cui si ha diritto anche all’Assegno Unico Universale. Il predetto limite infatti può essere superato soltanto nel caso in cui al Reddito di Cittadinanza sia integrato l’Assegno Unico. Nel dettaglio, è stabilito che pur potendo superare i limiti previsti dal Decreto Legge n 4 del 2019, bisogna comunque attenersi al rispetto delle norme previste per contrastare il reato di riciclaggio. Di conseguenza, così come previsto per le carte prepagate PostePay, bisognerà attenersi al limite giornaliero di 600 euro per quanto concerne il prelievo di contanti.