10 mila euro di contributi a fondo perduto. Hai tempo fino al 20 giugno

In questo articolo ti spieghiamo come ottenere 10 mila euro di contributi a fondo perduto. Avrai tempo fino al 20 giugno 2022

Dopo l’approvazione del Decreto Sostegni bis, è finalmente arrivato il modello utile alla presentazione della domanda per ottenere i contributi a fondo perduto per la ristorazione collettiva, fino a 10.000 euro. L’Agenzia delle Entrate ha infatti diffuso le istruzioni per la procedura e i requisiti per ottenere l’agevolazione.

(Pixabay)

Il governo, infatti, vorrebbe dare un sostegno economico concreto soprattutto per attività come le mense e i catering, particolarmente danneggiate dalle restrizioni necessarie al contenimento della pandemia da Covid-19. Ecco, quindi, come ottenere i 10mila euro di contributi a fondo perduto ed entro quando fare richiesta.

10mila euro di contributi a fondo perduto per mense e catering. Come ottenerli

L’esecutivo guidato da Mario Draghi ha deciso di stanziare circa 100milioni di euro per dare un supporto concreto ad attività particolarmente colpite dalla pandemia. Si tratta di attività come mense e catering che, per motivi di distanziamento e prevenzioni sanitarie, sono state ferme per molto tempo.

Entro il 6 giugno, infatti, si potrà iniziare a fare domanda per ricevere il sostegno economico, mentre il 20 giugno rappresenta la data ultime per inviare la richiesta di ricevere 10mila euro di contributi a fondo perduto.

Rawpixels

Il sostegno economico è rivolto alle imprese che svolgono servizi di ristorazione mediante contratti con committenti, privati o pubblici. Si tratta, quindi, di attività di ristorazione non occasionale, per una comunità delimitata e definita, come strutture ospedaliere, università, uffici, caserme, scuole, ecc.

Per ottenere il contributo, le imprese interessate devono inoltre:

  • Aver subito nel 2020 una riduzione dei ricavi non inferiore al 15% rispetto al 2019;
  • Avere sede legale ed operativa sul territorio nazionale;
  • Svolgere un’attività individuata dal codice Ateco 56.29.10 o 56.29.20;
  • Risultare iscritte e attive nel Registro delle Imprese e regolarmente costituite alla data di presentazione dell’istanza;
  • Avere un ammontare dei ricavi del 2019, generato per almeno il 50% dai corrispettivi per i contratti di ristorazione collettiva.

Per ottenere il contributo, è necessario fare domanda inviando il modello in modalità telematica, tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate. È possibile fare richiesta in maniera diretta o tramite intermediario delegato.