200 euro a luglio cosa fare per non perderli

A luglio arrivano i famosi 200 euro utili ad affrontare il caro vita. Ecco cosa devi fare per non perdere il denaro che ti spetta

Da luglio 2022 partirà l’erogazione dell’ormai famoso bonus 200 euro. I lavoratori stanno infatti aspettando questo importo erogato dal governo guidato da Mario Draghi, con lo scopo di affrontare le spese extra dovute principalmente all’aumento dei prezzi.

(Ansa)

Il costo della vita, in Italia e in Europa, è infatti aumentato a dismisura, a causa dell’esplosione dei prezzi di energia, carburanti e materie prime. Dunque, il bonus da 200 euro stanziato dal governo assume un’importanza fondamentale per la tutela dei consumi degli italiani. Ecco, quindi, cosa devi fare per non perdere il denaro che ti spetta.

Cosa fare per non perdere il bonus di 200 euro

Grazie all’approvazione del decreto Aiuti, il governo guidato da Mario Draghi ha stanziato un bonus di 200 euro per lavoratori, disoccupati, pensionati e percettori del reddito di cittadinanza. Circa 30 milioni di italiani, quindi, riceverà il sostegno economico una tantum, fondamentale in questo momento difficile.

Se, inizialmente, è passato il messaggio che il pagamento dell’importo sarà automatico, in realtà non è proprio così. Per ottenere il diritto a ricevere il bonus, e quindi non perdere i 200 euro, sarà necessario infatti presentare una dichiarazione, necessaria allo sblocco del pagamento.

All’interno dell’articolo 31 del testo, infatti, è specificato che, per ottenere l’erogazione del bonus, sarà necessario compiere un passaggio fondamentale da parte dei lavoratori dipendenti. “Tale indennità è riconosciuta in via automatica – cita l’articolo – previa dichiarazione del lavoratore di non essere titolare delle prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18”.

(ANSA/LUCA ZENNARO / ZEN)

Si tratta, quindi, di un’autodichiarazione che comunichi al proprio datore di lavoro di non aver accesso a ulteriori prestazioni di sostegno economico, come ad esempio i trattamenti pensionistici, gli assegni per invalidi civili, la NASPI, i redditi da lavoro stagionale. Tra i restanti requisiti utili all’ottenimento del bonus di 200 euro vi sono anche l’essere destinatari dell’esonero sulla quota dei contributi previdenziali di 0.8 punti percentuali nel primo quadrimestre 2022 e avere una retribuzione massima di 2.692€ per 13 mensilità.

Ad oggi, non è ancora stato chiarito quali saranno le modalità di compilazione dell’autocertificazione utile all’ottenimento del bonus, dunque si attendono ulteriori novità.