2500 euro, ecco il bonus se vuoi cambiare lavoro

Il governo ha stanziato un bonus di 2500 euro che ti darà la possibilità di cambiare lavoro e ricoprire mansioni differenti

Il mondo del lavoro è in grande subbuglio negli ultimi anni. Se molti imprenditori danno la colpa dell’eccessiva difficoltà nel trovare personale al Reddito di Cittadinanza, in realtà i cambiamenti che hanno investito il settore lavorativo sono molto più complessi.

(Flickr)

Tuttavia, lo Stato mette a disposizione incentivi ed interventi volti ad incoraggiare l’occupazione, anche in specifici settori strategici per la nostra economia. Oggi, infatti, vi parliamo del bonus di 2500 euro che vi permette di cambiare lavoro e diventare camionista o autotrasportatore.

Ecco il bonus di 2500 per cambiare lavoro

Cambiare lavoro non è mai facile, soprattutto in un periodo, questo, particolarmente per la situazione sociale ed economica che stiamo attraversando a causa del conflitto in Ucraina scatenato dalla Russia e dalle ferite causate dalla Pandemia. Tuttavia, lo Stato rende disponibili alcune agevolazioni che permettono di stimolare alcuni settori lavorativi.

Stiamo parlando del bonus di 2500 euro, chiamato anche bonus patente che, grazie al decreto milleproroghe, è stato pensato per fornire un incentivo maggiore a coloro che vorrebbero iniziare la carriera dell’autotrasportatore o del camionista.

Si tratta di un contributo economico pensato per coprire i costi necessari all’ottenimento della patente e alle seguenti abilitazioni previste per ricoprire la mansione di autotrasportatore. Il nostro Paese, infatti, ha un urgente bisogno di avere autotrasportatori: secondo alcuni report, infatti, mancano all’appello circa 20mila camionisti.

(Pixabay)

Il bonus patente non è altro che un rimborso delle spese sostenuto per conseguire la patente e l’abilitazione professionale, pari all’80%, per un massimo di 2.500 euro. Le risorse messe a disposizione dal governo ammontano a circa 25,3 milioni di euro, di cui 3,7 milioni per il 2022, mentre 5,4 milioni per tutti gli anni, fino al 2026.

Possono usufruire del bonus quei cittadini che hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, mentre ad oggi non è ancora possibile conoscere la modalità in cui si presenta domanda. Ulteriori informazioni, infatti, verranno rese pubblica dal decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, emanato con il Ministro dell’economia e delle finanze.