Reddito di Cittadinanza a giugno, cosa sta accadendo con i pagamenti

In questi giorni stanno venendo ricaricate le carte del reddito di cittadinanza. Le ricariche averranno nel corso del mese secondo un preciso calendario redatto dall’INPS. Ecco quando vi arriveranno i soldi.

A partire dal 15 giugno sono cominciati i pagamenti del reddito di cittadinanza per tutti i destinatari. I pagamenti saranno conclusi nei prossimi giorni. L’INPS ha presentato il calendario dei pagamenti per l’intero mese di giugno.

Partiamo da un dato confortante e univoco: il Reddito di Cittadinanza e la Pensione di Cittadinanza anche a giugno, giungeranno ai cittadini tramite le ricariche e, però, in due momenti diversi in base a quando è stata spedita la domanda di sussidio. Vale a dire se si tratta di nuovi titolari di Reddito di Cittadinanza o se è stato chiesto il suo rinnovo.

Quando viene realizzata la ricarica della card per il Reddito di cittadinanza e per la pensione di cittadinanza, dunque? Per quanto riguarda Giugno, sono per lo più due le date che i titolari di Reddito di Cittadinanza devono ricordare e fissare sul calendario:

  • mercoledì 15 giugno, per tutti quelli che ricevono per la prima volta una ricarica della carta RdC, vale a dire che hanno richiesto il sussidio per la prima occasione, o hanno rinnovato la domanda a fronte della scadenza dei 18 mesi;
  • lunedì 27 giugno per i soggetti che hanno già ottenuto l’assegno almeno una volta, a patto che non siano trascorsi più di 18 mesi dal pagamento della prima rata e che abbiano diritto a continuare a goderne, in presenza dei requisiti richiesti, come la presentazione del modello ISEE aggiornato al 2022.

Se, a seguito delle prime 18 rate di sussidio, ci sono ancora tutti i requisiti per godere del Reddito di Cittadinanza, è utile inoltrare domanda di rinnovo per le ulteriori 18 rate. La richiesta può essere fatta subito, tramite strumenti di natura telematica sul sito del Governo (www.redditodicittadinanza.gov.it) tramite SPID, o anche attraverso il servizio online del sito INPS “Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza”. In forma gratuita si può anche beneficiare dell’aiuto di un CAF e Patronati così come degli uffici postali del Comune di residenza. La concessione del sussidio giunge però solo dopo un mese di intervallo tra l’ultima erogazione e la nuova. Al contrario del Reddito di Cittadinanza, la Pensione di Cittadinanza non necessita di una domanda di rinnovo. Infatti avviene in automatico, sempre che sussistano tutti i doverosi requisiti. Il pagamento della Pensione di cittadinanza è quindi paritaria per tutti i percettori al 27 giugno insieme, nel caso, all’Assegno unico.