La brutta sorpresa di Poste Italiane, ora ci chiederanno più soldi

Per chi usufruisce delle prestazioni di Poste Italiane, in queste ore e giorni non tira affatto una bella aria: sono in effetti in arrivo gli aumenti. Ma quali? E perché? Ecco tutte le tariffe e le novità al riguardo.

Poste Italiane sembra aver tutta l’intenzione di varare nuove tariffe. Si parla di aumenti che faranno allarmare i cittadini. E gli incrementi, annunciati in una nota ufficiale, entreranno in vigore a partire dal prossimo lunedì 27 giugno. Ecco cosa sta bollendo nella caldissima pentola.

poste italiane / Fonte: Pexels

Dal prossimo lunedì 27 giugno dovrebbero dunque entrare in vigore gli aumenti tariffari che sono stati comunicati e preannunciati da Poste Italiane attraverso una nota ufficiale.

Si parla di aumenti che non faranno di certo piacere ai fruitori, e che per di più andranno a gravare sui servizi universali di riferimento, come quelli ad esempio relativi alla corrispondenza e ai pacchi e rientreranno entro i limiti indicati dall’Autorità per le Comunicazioni attraverso la Delibera 171/22/Cons del 6 giugno.

Andiamo dunque a fare chiarezza e a capire ben nel dettaglio i prezzi e le differenziazioni in termini di aumenti che sono in divenire per le varie prestazioni.

Poste italiane: i nuovi prezzi

poste / Fonte: Pexels

In riferimento a quanto comunicato da Poste Italiane a partire dal prossimo lunedì ci sarà un significativo rialzo in relazione alle tariffe per la corrispondenza e pacchi. Ecco cosa accadrà.

Per spedizioni inferiori a 20 grammi di peso, la tariffa Posta 4 retail andrà ad aumentare di 10 centesimi, crescendo da 1,10 a 1,20 euro. Oltre a questo, saranno visti verso l’alto anche i costi di tutti gli scaglioni di peso.

Ci saranno, altresì, anche delle variazioni per quanto concerne i costi di Postmail internazionale per i primi due gruppi di peso, riferiti all’accettazione fisica e la Zona 1, ma pare che dovrebbero restare identici, dunque senza rincari, tutti gli altri scaglioni: nel dettaglio, gli invii fino a 20 grammi di peso passeranno da 1,15 a 1,25 euro, mentre quelli entro i 50 grammi di peso saliranno da 2,20 a 3,05 euro.

Le altre correzioni e modifiche di prezzi

poste / fonte: Pexels

E poi ci saranno anche delle modifiche, in questo caso in riferimento a tutti gli scaglioni di peso, anche le tariffe di Posta raccomandata (retail): gli invii fino a 20 grammi di peso passeranno da 5,40 a 5,60 euro.

Sono in dirittura di arrivo inoltre degli aumenti, dice Poste Italiane nella nota, anche per ciò che riguarda la Raccomandata giudiziaria. Aumenti che si riferiscono tutti gli scaglioni di peso: si va da 9,50 a 10,55 euro per quanto riguarda gli invii effettuati presso uffici postali entro 20 grammi di peso, mentre quelli accettati in centri business/servizi integrati notifiche cresceranno da 9,50 a 10,15 euro.

Dal 27 giugno, poi, muta anche la tariffa dell’avviso di ricevimento nazionale retail (da 0,95 a 1,10 euro): tale riduzione avrà un peso sui servizi di posta raccomandata per l’Italia e, se la spedizione avviene da un ufficio postale, anche su quelli di posta assicurata per l’Italia. Altri effetti riguarderanno su Poste delivery standard e piego libri con diritto di raccomandazione.