Bollette: così gli italiani rinunciano alle spese sui vestiti

L’aumento del costo delle bollette sta avendo ripercussioni su quelle che sono le spese sui vestiti da parte degli italiani. Ecco perchè molti sono costretti a rinunciarvi.

L’aumento dei prezzi relativi all’energia è sotto gli occhi di tutti. Questo fenomeno sta inevitabilmente penalizzando le famiglie italiane e a denunciarlo è la Confcommercio. In particolare, tra i settori più colpiti c’è quello dell’abbigliamento.

L’inflazione alle stelle e il caro energia stanno penalizzando in maniera molto pesante quelle che vengono considerate le spese libere favorendo il rischio che le famiglie perdano fiducia nel futuro. Se infatti da un lato il turismo risulta essere in forte ripresa quello dell’abbigliamento sta facendo molta più fatica. La conseguenza più temuta è quella di un progressivo rallentamento causato dalla perdita del potere d’acquisto da parte delle famiglie. L’inflazione registrata durante il mese di giugno tra l’altro non risulta essere particolarmente confrontante con il suo 8 per cento. Per quanto concerne le spese obbligate, queste sono quelle più colpite dall’inflazione. In particolare, il riferimento va ai prezzi dell’energia che stanno raggiungendo quasi il 43% sul totale dei consumi che includono anche quelli per l’affitto.

A tal proposito, le spese riguardanti la casa risultano essere quelle che incidono maggiormente sull’economia famigliare come, ad esempio, la manutenzione, l’energia, l’affitto e così via. In poche parole, circa un quarto delle spese in totale sono rivolte ai consumi. In forte aumento dunque sono le spese per servizi e beni che non si possono evitare e che inevitabilmente hanno un peso importante sull’economia di ogni famiglia. Queste spese peraltro finiscono per determinare l’andamento dei consumi. Da non sottovalutare, poi sono anche le spese legate alla mobilità e dunque quelle relative alle assicurazioni, ai carburanti come anche alla manutenzione dell’auto e così via. In questo senso, le spese riguardanti questi consumi sono registrate su quasi 1900 euro a persona. Si tratta di dati importanti che rivelano una situazione tutt’altro che serena e che necessita di misure incisive volte a rafforzare il potere d’acquisto degli italiani. In questo senso è fondamentale l’intervento del Governo e duqnue la vicinanza dello Stato ad ogni famiglia in difficoltà.