Quali bonus riusciamo a prendere prima di dire addio a Draghi

Prima che Draghi lasci l’esecutivo, ci sono alcuni bonus che si possono ancora richiedere. Scopriamo insieme quali sono.

Prima che Mario Draghi abbandoni definitivamente il Governo, è bene sapere quali sono i bonus che si può ancora richiedere per evitare di risparmiare anche molti soldi in alcuni casi.

La crisi di Governo è oramai in atto e questo finirà per pesare necessariamente sulle tasche degli italiani. Molti provvedimenti che devono essere attuati in questo mese, infatti, sono a rischio di saltare e questo costerà svariati miliardi di euro all’Italia. Senza contare che anche il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rischia una battuta di arresto con tutte le possibili conseguenze negative sul Paese. Ad ogni modo, prima di dire addio a Draghi è bene sapere che ci sono una serie bonus che riusciamo ancor a prendere. Non può non essere citato il bonus centri estivi. Si tratta, in particolare, di un’agevolazione rivolta ai pensionati e ai lavoratori della PA e che può arrivare fino a 100 euro a settimana. In poche parole, i genitori che iscrivono il proprio bambino ad una struttura estiva possono beneficiare di un contributo per ciascuna settimana, fino ad un massimo di 4.

Dato il grande successo della misura, il Governo ha deciso di prorogare il bonus Terme. Nello specifico, ci si riferisce al termine ultimo per poter utilizzare il voucher. La data infatti è stata prorogata fino al 15 agosto. Quella in esame è una misura che i cittadini italiani hanno accolto in maniera molto positiva dal momento che appena sono state aperte le prenotazioni, i fondi stanziati sono subito finiti. Si tratta peraltro di una misura che non prevede limiti di reddito e che può essere erogata a tutti i maggiorenni. La Regione Lazio prevede la possibilità per coloro che si recano in vacanza nei luoghi che si trovano in Regione, di usufruire del Bonus estate 2022. Si tratta dunque di un’agevolazione erogata dalla stessa Regione e vale soltanto se si scelgono le strutture che aderiscono all’iniziativa. Ad ogni modo, per poter averne accesso, non sono previsti limiti di Isee e la durata è stata fissata fino a fine novembre 2022.