Telepass, cosa accade ora ai caselli delle autostrade

Telepass si prepara a lanciare il nuovo serivizio Telepass Next. Il nuovo servizio permetterà molte altre cose rispetto al semplice pagamento automatico del pedaggio autostradale. Ecco come Telepass vuole rimanere leader nel settore.

L’arrivo di una decisa concorrenza da parte di UnipolMove ha portato Telepassa a rivedere i propri standard di servizio ai clienti. In un mercato in cui l’azienda non è più unica e indiscutibile super potenza occorre fare un passo avanti e proporre nuovi servizi per andare incontro ai clienti.

Ecco che nasce Telepass Next, il nuovo servizio di Telepass creato in collaborazione con il colosso delle assicurazioni di Triseste, Generali. Il nuovo Telepass permetterà non soltanto di pagare automaticamente il pedaggio autostradale così come già fa il servizio Telepass standard, ma anche di pagare il bollo auto, e permette di dire addio per sempre a telecomandi e bollettini. Vediamo come.

Il nuovo dispositivo Next di Telepass permette, come già accennato, di pagare il bollo auto, ma non solo questo. Può essere utilizzato anche in città per pagare il parcheggio sulle strisce blu, oppure per aprire porte e cancelli senza telecomando. Questo perché il nuovo dispositivo permette la ricezione fino a 4 segnali diversi. Il dispositivo può essere quindi collegato ai controlli di casa ed essere usato al posto del telecomando. Un ottimo aiuto non solo durante i viaggi, ma anche per andare da e verso casa.

Il servizio Telepass Next è ancora in fase sperimentale. Prima che venga data la possibilità di essere utilizzato da tutti occorre testarlo, e per questo il suo contratto può essere sottoscritto al momento solo da chi è già cliente telepass Plus. Si tratta comunque di un servizio molto interessante e che potrebbe essere la carta vincente di Telepass in quella che è adesso una lotta senza quartiere per il primo posto come leader del mercato con UnipolMove. Nonostante Telepass sia in ampio vantaggio, l’introduzione del nuovo servizio a luglio ha reso il mercato molto più stretto.