Reddito di Cittadinanza, da luglio cambiano ancora le regole: cosa devi sapere

Il mese di Luglio è arrivato e manca poco gli accrediti del Reddito di Cittadinanza. Continuate a leggere per scoprire le date e gli importi da erogare.

Le date da segnare sul calendario sono due; solitamente una si colloca nella prima parte del mese e l’altra nella seconda metà in base alle categorie dei percettori. Inoltre questo mese molti riceveranno anche i 200 euro del bonus voluto da Draghi insieme alla ricarica della carta del RdC.

Le date in cui potreste ricevere l’accredito del reddito cambiano tra chi ha appena fatto domanda (e quindi riceve il primo accredito), chi lo ha rinnovato e chi invece lo sta già percependo regolarmente. I primi pagamenti vengono effettuati entro il 15 del mese, i secondi entro il 27. Nel dettaglio, entro il 15 Luglio lo riceveranno i soggetti che hanno fatto la domanda per la prima volta o che a Giugno hanno richiesto il rinnovo dopo la scadenza delle prime 18 mensilità. In questo caso l’ultimo pagamento risale a Maggio mentre a Giugno viene sospeso.

Entro il 27 Luglio invece lo riceveranno tutti coloro che lo stanno già percependo da almeno un mese dei 18 previsti. Come già accennato l’importo questo mese sarà più ricco per molte persone, dato che oltre al solito accredito automatico del Reddito di Cittadinanza troveranno anche il Bonus 200 euro, a patto che un altro familiare non lo abbia già richiesti ad altro titolo.

Se volete controllare quando vi arriverà il pagamento del Reddito di Cittadinanza di Luglio 2022 basterà accedere alla propria area riservata sul sito dell’Inps, che offre un servizio dedicato al Reddito. Per accedere è sempre necessario essere in possesso delle credenziali di identità digitale SPIC, CIE o CNS. Una volta effettuato l’accesso nel sistema è necessario controllare tre voci: ultima elaborazione, invio disposizione a Poste e rendicontazione Poste. Così potete monitorare i vari passaggi delle vostre somme fino all’arrivo sulla vostra carta- Di solito i pagamenti sono regolari e avvengono entro le date già sopra indicate.