Spese familiari, arriva un bonus di 3 mila euro per andare avanti

Bonus asilo nido 2022: tutto quello che c’è da sapere

Con la fine delle ferie estive diventa importante per le famiglie trovare un asilo nido. Sempre più nuclei familiari iscrivono i loro figli presso queste strutture perché non in grado di prendersi cura dei piccoli durante l’orario lavorativo. A venire in soccorso delle famiglie, in termini di spesa, c’è il bonus asili nido. Vediamo di cosa si tratta e soprattutto a chi spetta.

Cosa è il bonus asilo nido?

Si tratta di  una misura a sostegno delle famiglie per il pagamento delle rette relative alla frequenza di asili nido pubblici o privati autorizzati e per forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

L’importo massimo annuo del bonus è di 3.000 euro e viene erogato in base all’ ISEE in corso di validità. La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato in possesso dei requisiti richiesti. Soltanto il genitore che sostiene il pagamento della retta dell’asilo nido può fare richiesta per accedere al bonus.

documenti necessari per il bonus nido 2022 sono i seguenti:

  • ricevuta o quietanza di pagamento,
  • fattura quietanzata,
  • bollettino bancario o postale,
  • per i nidi aziendali, attestazione del datore di lavoro o dell’asilo nido dell’avvenuto pagamento della retta o trattenuta in busta paga.

A quanto ammonta bonus asilo nido 2022?

Il valore del bonus asilo nido cambia in base a valore dell’ISEE. Sostanzialmente sono tre le fasce previste:

  • fino a 3.000 euro per le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro;
  • fino a 2.500 euro per le famiglie con ISEE da 25.001 euro a 40.000 euro;
  • bonus nido fino a 1.500 euro per le famiglie con ISEE da 40.001 euro in su.

Come presentare domanda bonus asilo nido 2022?

La domanda di bonus nido 2022 è predisposta da parte dell’INPS. È possibile utilizzare la domanda precompilata, messa a disposizione delle famiglie beneficiarie del contributo lo scorso anno. L’INPS predisporrà la domanda precompilata del bonus asilo nido 2022 in favore delle famiglie che hanno allegato le fatture o altri documenti comprovanti il sostenimento della spesa in uno dei mesi tra settembre e dicembre 2021.

Restano invariate le ulteriori modalità di presentazione della domanda per il bonus asilo nido 2021.

Foto ANSA Firma: Claudio Perri

L’invio dell’istanza, con l’indicazione dei mesi di frequenza del nido, dovrà essere effettuato mediante uno dei seguenti canali:

  • WEB – tramite il servizio on line dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto;
  • Contact Center multicanale – chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN;
  • Patronati e intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Nel caso in cui si intenda richiedere il bonus per mensilità ulteriori rispetto a quelle già prenotate, anche se in riferimento allo stesso minore, sarà necessario presentare una nuova domanda.

Nella domanda il richiedente dovrà:

  • indicare a quale dei due benefici intende accedere;
  • specificare le mensilità per le quali intende ottenere il beneficio;
  • nel caso in cui si intenda richiedere il bonus asilo nido per mesi ulteriori rispetto a quelli già indicati, anche se per lo stesso minore, sarà necessario presentare una nuova domanda;
  • allegare in fase di domanda il pagamento almeno della retta relativa al primo mese di frequenza per cui si richiede il beneficio oppure, nel caso di asili nido pubblici la documentazione da cui risulti l’iscrizione o l’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino;
  • in caso di richiesta di bonus per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione, allegare, all’atto della domanda, un’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta, che dichiari per l’intero anno di riferimento, “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”.

Se si intende richiedere il bonus per più figli sarà necessario presentare una domanda per ciascuno di essi.