Reddito di Cittadinanza, a chi arriverà dopo le Elezioni

L’esito delle urne elettorali determinerà il futuro di bonus e sussidi economici. Ecco a chi arriverà il Reddito di Cittadinanza dopo le Elezioni

Il 25 settembre gli italiani verranno chiamati alle urne per poter esprimere le loro preferenze elettorali e dare mandato alle forze politiche di formare il nuovo Parlamento italiano. Sarà quindi una data storica che determinerà moltissimi cambiamenti nel nostro Paese, tra cui profonde modifiche a provvedimenti e leggi che hanno caratterizzato la politica degli ultimi anni.

Ansa/ Alessandro Di Marco

La scelta non sarà facile, perché a seconda del vincitore delle elezioni ci potrebbero essere più o meno cambiamenti, oltre a pesanti rivoluzioni delle politiche sociali. Molti cittadini potrebbero essere coinvolti e quindi cresce la preoccupazione. Dopo l’esito delle urne elettorali, infatti, potrebbe cambiare il futuro di bonus e sussidi economici. Ecco a chi arriverà il Reddito di Cittadinanza dopo le elezioni.

Ecco a chi arriverà il Reddito di Cittadinanza dopo le elezioni

Il Reddito di Cittadinanza è una delle misure che hanno attirato maggiori polemiche (e consensi) durante l’ultima legislatura. Con la caduta del governo Draghi, il Presidente della Repubblica Mattarella ha sciolto le camere, annunciando nuove elezioni. Sarà proprio questa tornata elettorale a determinare il futuro del sussidio. Ecco a chi arriverà il Reddito di Cittadinanza dopo le elezioni.

Ovviamente, il futuro del Reddito di Cittadinanza dipende in larga parte da chi uscirà vincitore dalle urne elettorali. Le polemiche riguardo tale misura sono moltissime e in molti si chiedono se riceveranno ancora il Reddito di Cittadinanza dopo le elezioni del 25 settembre.

(Ansa)

Ad oggi ci sono diverse ipotesi in ballo. La Coalizione di Centrodestra (ad oggi favorita), mira ad eliminare o modificare pesantemente il Reddito di Cittadinanza, mentre il Centrosinistra vorrebbe mantenerlo e cambiare la parte relativa alle politiche attive del lavoro. Inutile ricordare la posizione del Movimento 5 Stelle, promotore della misura.

Ma, a seconda dell’esito delle elezioni. Dopo il 25 settembre il Reddito di Cittadinanza verrà erogato ancora, come al solito. Il 15 del mese, infatti, riceveranno il sussidio coloro che sono i nuovi beneficiari dell’assegno. Mentre il 27 settembre è prevista la ricarica della speciale tessera per coloro che hanno ricevuto l’assegno almeno per un mese. Almeno per il mese di settembre, dunque, il Reddito di Cittadinanza esisterà ancora.