Bonus per il fotovoltaico, perchè conviene sbrigarsi

Montare un sistema di pannelli fotovoltaici sulla propria casa potrebbe essere un ottimo investimento per il futuro. Garantiscono energia pulita e a basso costo, ma l’installazione è molto costosa. Ecco quindi una serie di bonus che possono essere applicati ai lavori per pagare il tutto molto meno.

Il passaggio ad un’energia più pulita ed economica sta venendo fatto gradualmente e con molta lentezza, ma ci sono le prime avvisaglie del cambiamento. Lo Stato stesso sta investendo molto negli incentivi per montare nelle abitazioni private sistemi di pannelli solari, ad oggi la fonte di energia alternativa più efficiente e comoda. Si tratta di un investimento molto importante per il futuro.

Copertura di pannelli solari
Foto ANSA

Un buon impianto fotovoltaico garantisce, a lungo andare, una fonde di energia pulita molto più economica che non corrente elettrica derivante da combustibili fossili, ma è vero anche che il costo da pagare per l’installazione è molto alto. Nell’ambito della Transizione Ecologica, lo Stato ha stanziato diversi fondi per bonus più o meno grandi che possano permettere alle persone di comprare e installare senza spese eccessive questi innovativi apparecchi.

Bonus per il fotovoltaico, perchè conviene sbrigarsi

Il primo tra i bonus messi in campo dal Governo è senza dubbio il Superbonus 110%. Uno dei molti lavori edilizi coperti dal Superbonus, che rientra sotto l’ombrello della dicitura “lavori di ammodernamento energetico”, sono proprio le spese per acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici.

Altri bonus che possono essere utilizzati per coprire le spese di questi lavori sono il bonus ristrutturazione e il l’Ecobonus. Il primo consiste in una detrazione fiscale sul 50% delle spese di acquisto e installazione del’impianto fotovoltaico, per un totale massimo di spesa di 96.000 euro. Questo bonus è stato prorogato anche per il 2023 e il 2024.

Installazione di un impianto fotovoltaico
Foto ANSA

Il secondo, a differenza del bonus ristrutturazione, vale soltanto per i pannelli fotovoltaici termici, ovvero gli impianti che utilizzano l’energia dei pannelli solari per riscaldamento e acqua calda. L’Ecobonus è costituito da una detrazione fiscale del 65% sull’acquisto e l’installazione di questi impianti. Questi bonus sono essenziali perché il costo dell’installazione dei pannelli solari è piuttosto alto. Un impianto da 3kW senza accumulo, consigliato per nuclei familiari da 2 o 3 persone, costa intorno ai 6.000 euro, mentre gli impianti più complessi costano ancora di più.