Fermo amministrativo dell’auto

Il Fisco sta inviando un ultimatum che riguarda il fermo amministrativo dell’auto: cosa c’è da sapere.

Per fermo amministrativo dell’auto si intende quell’atto mediante cui un ente o un’amministrazione pubblica procede con il blocco di un bene di colui che si trova in una posizione debitoria.

Fermo amministrativo dell’auto, cosa sta succedendo / Foto Ansa

A tal proposito, può essere utile sapere che si stanno moltiplicando le notifiche relative a quest’atto per cui è importante fare in fretta per adempiere agli eventuali obblighi.

Fermo amministrativo delle auto, perchè bisogna preoccuparsi

Le notifiche inviate dal Fisco ai debitori rappresentano una sorta di ultimatum dopo il quale si procederà con il blocco della circolazione. In poche parole, sono ripartite le pratiche di riscossione dopo che durante il biennio legato alla pandemia si era deciso di sospenderle: in arrivo è un vero e proprio tsunami di cartelle esattoriali.

Fermo amministrativo dell’auto, cosa sta succedendo / Foto Pixabay

Del resto, l’Agenzia delle Entrate ha a disposizione lo strumento della notifica di preavviso di trenta giorni relativamente al fermo amministrativo. L’articolo 50 del dpr 602/73 infatti dispone che l’AdER proceda con l’espropriazione forzata nel momento in cui sono trascorsi 60 giorni dalla notificazione della cartella.

Quand’è che il fermo non può essere applicato

Va detto che il fermo in esame non vale nel caso in cui il veicolo oggetto dello stesso risulta essere funzionale all’attività lavorativa del moroso. Di conseguenza, qualora si verifichi il predetto caso bisogna presentare presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate o anche tramite mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, il modello F2 previsto nel caso in cui si voglia richiedere l’annullamento. A questo andrà allegata una copia della documentazione che prova che il veicolo è necessario per la propria attività di impresa.

In ultima analisi va detto che ciò vale anche quando il mezzo di trasporto su cui si è esercitato il fermo o comunque si ha intenzione di farlo, è destinato allo spostamento di una persona disabile. In tutti gli altri casi comunque il consiglio è quello di mettersi in regola al più presto con il Fisco per evitare di andare incontro a problemi molto seri e in particolare a sanzione anche piuttosto elevate.