Conti correnti per i minorenni, cosa sta accadendo in banca

Novità importanti in arrivo riguardo i conti correnti per minorenni. Ecco cosa sta succedendo in banca e quali sono le proposte

Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che aprire un conto corrente per minorenni è possibile, oltre a rappresentare un ottimo strumento che sarà molto utile al futuro dei più piccoli. Spesso, infatti, pensare a lungo termine può essere particolarmente fruttuoso, soprattutto di questi tempi.

(Come aprire un conto corrente per minorenne)
(Come aprire un conto corrente per minorenne)

Dunque, occuparsi anche delle cose più “burocratiche” può rappresentare un vantaggio in termini anche economici quando le cose non vanno bene. In questo articolo ti spieghiamo come fare per aprire conti correnti per minorenni. Ecco i passaggi.

Ecco come aprire conti correnti per minorenni

Insegnare ai propri figli come risparmiare e mettere da parte i propri soldi non è mai troppo presto e permettere loro di aprire un “salvadanaio virtuale” può sicuramente aiutare. Aprire conti correnti per minorenni, infatti, è assolutamente possibile e legale. In questo articolo vogliamo spiegarti come fare. Ovviamente i minorenni non hanno la possibilità di aprire un conto corrente se non hanno 18 anni.

In questo caso, infatti, il conto verrebbe aperto da un adulto, anche se il titolare del conto sarebbe a tutti gli effetti il minorenne. Per aprire un conto corrente per minorenne i genitori del bambino devono presentare un documento di riconoscimento del figlio. In questo modo sarà possibile aprire un conto corrente direttamente in banca.

(Come aprire un conto corrente per minorenne)
(Come aprire un conto corrente per minorenne)

Esistono sul mercato diverse tipologie di conti corrente ed è quindi consigliabile confrontare tutte le offerte disponibili. Ci sono offerte per bambini da 0 a 12 anni e altre dai 12 anni ai 17 anni. Nel primo caso, più che un conto corrente si tratta di un libretto risparmio, il quale non presenta costi di apertura o gestione. Tuttavia, non permette nemmeno lo svolgimento operazioni di pagamento o incasso, mentre i tassi di interesse possono arrivare ai 4,5% annui.

Nel secondo caso, dai 12 ai 17 anni, è possibile usufruire di un conto corrente vero e proprio. Questo può essere intestato al minorenne a seguito dei costi di apertura, che sono ridotti. Dunque, in questo caso è prevista la possibilità di effettuare incassi e pagamenti mediante il conto corrente. Infine, il minorenne potrà usufruire di una carta prepagata per gli acquisti.