Mario Draghi sorprende tutti, ecco quanto ( non) guadagna!

Mario Draghi ha annunciato a sorpresa di non percepire guadagno per la carica di Presidente del Consiglio.

Nessuno l’avrebbe mai detto! Che Mario Draghi, il nostro Presidente del Consiglio succeduto a Giuseppe Conte – ruolo che ricopre dal 13 febbraio 2021 –  non percepisce stipendio per la sua carica. In una dichiarazione pubblica, l’ex della Bce, ha voluto chiarire il suo guadagno che, a sorpresa di molti, non c’è. In una nota ufficiale, il premier in carica ha stupito tutti annunciando di non percepire nessun compenso per la carica che ricopre. “Il sottoscritto Mario Draghi dichiara di non percepire alcun compenso di qualsiasi natura connesso all’assunzione della carica”, si legge nella sua dichiarazione pubblica.

Leggi anche: Stipendi medi in Italia, ecco chi guadagna di più al mese

In quanto Presidente del Consiglio, Mario Draghi avrebbe diritto a uno stipendio mensile di 6.700 euro, circa 80mila euro all’anno. Eppure, Draghi ha rinunciato a questa somma anche se il motivo non è stato reso noto. La questione, che ha stupito non poco, è emersa dai dati pubblicati sul sito della presidenza del Consiglio in ottica di trasparenza amministrativa. E’ emerso così, quindi, che il Premier Mario Draghi ha deciso di rinunciare a ogni stipendio.

 

Leggi anche: Quanto guadagna Mourinho alla Roma? Gli stipendi d’oro dell’allenatore

Nel 2019, in quanto Presidente della Bce, Mario Draghi avrebbe invece percepito 339.950 euro; meno del 2018, quando ne avrebbe presi 401.400 euro nel 2018. Nel 2017, la somma guadagnata ammonterebbe a 396.900 euro. Allora, quand’ancora faceva parte della Bce, il Presidente aveva a disposizione anche un’indennità di residenza e rappresentanza.

E Conte?

Giuseppe Conte rientrava invece nella “top ten” dei funzionari di Stato più pagati al mondo. Al primo posto, il Primo ministro di Singapore, Lee Hsien Loong, con un guadagno di 1,7 milioni di dollari. Conte, invece, ne guadagnava 80.000 euro all’anno netti, per uno stipendio mensile di 6.700 euro. Certo, uno stipendio non da poco ma che non sorprende poi così tanto; la politica ci abitua a guadagni molto più alti, percepiti ad esempio da parlamentari e senatori. Prima del suo ingresso in politica, come avvocato civilista e professore nella dichiarazione dei redditi del 2018, Conte ha dichiarato un reddito pari a 380.233 euro.

Nella dichiarazione dei redditi successiva, quella del 2019 relativa quindi al 2018, il reddito complessivo di Conte è salito a 1.207.391 euro. Andando al 2020, secondo Il Tempo, il reddito complessivo di Conte sarebbe stato di 205.048 euro, un milione di euro in meno rispetto l’anno precedente. Stando a La Repubblica, invece, le entrate sarebbero state pari a 158.474 euro.