Da Mourinho ad Antonio Conte, quanto guadagnano gli allenatori della Serie A

Il più pagato di tutti è Antonio Conte; seguono Paulo Fonseca e Gian Piero Gasperini. Ma Josè Mourinho, ora alla Roma, potrebbe balzare in vetta alla classifica degli allenatori più pagati in Italia. 

Il calcio, si sa, è un mercato più che redditizio. I calciatori prendono stipendi d’oro e in generale tutto ciò che ha a che fare con partite, Champions e scudetti si trascina dietro un bel po’ di soldi. Oltre che ai calciatori, una società deve pensare anche agli allenatori, da cui spesso dipende la sorte di una singola stagione. La notizia di Josè Mourinho alla Roma per i prossimi 3 anni ha indotto a chiedersi quali giri di denaro circolino dietro ai nomi che passano di squadra in squadra.

Leggi anche: Come risparmiare sul costo delle bollette del gas

A questo proposito, per quanto riguarda la Serie A 2020/2021, la Gazzetta dello Sport di recente ha pubblicato la classifica degli stipendi degli allenatori del nostro campionato, in cima alla quale c’è Antonio Conte.  L’allenatore dell’Inter è il più pagato della Serie A, con ben 12 i milioni all’anno. Soldi che forse sono stati ben spesi, visto che l’Inter ha vinto lo scudetto.

Leggi anche: Pro player, quanto guadagnano i giocatori professionisti su Fortnite 

Al secondo posto, secondo la Gazzetta, c’è Paulo Fonseca, tecnico portoghese ormai ex della Roma, con un guadagno di 2,5 milioni a stagione. Al terzo posto, all’Atalanta, Gian Piero Gasperini, con 2,2 milioni a stagione. Seguono, a pari merito: Stefano Pioli, al Milan, con 2,3 milioni a stagione; Simone Inzaghi, tecnico della Lazio; infine Sinisa Mihajlovic. Seguono: 

  • Andrea Pirlo, Juventus: 1,8 milioni
  • Claudio Ranieri, Sampdoria: 1,8 milioni
  • Gennaro Gattuso, Napoli: 1,5 milioni
  • Marco Giampaolo, Torino: 1,5 milioni / sostituito da Davide Nicola
  • Roberto De Zerbi, Sassuolo: 1,1 milioni
  • Filippo Inzaghi, Benevento: 1 milione
  • Ivan Juric, Verona: 1 milione
  • Davide Ballardini, Genoa: 850mila euro
  • Leonardo Semplici: 800mila euro
  • Cesare Prandelli: 600mila euro
  • Luca Gotti, Udinese: 600mila euro
  • Giovanni Stroppa, Crotone: 600mila euro / sostituito da Serse Cosmi
  • Fabio Liverani, Parma: 500mila euro / sostituito da Roberto D’Aversa
  • Vincenzo Italiano, Spezia: 500mila euro

E Mourinho?

In Inghilterra, dove era arrivato a novembre 2019, Mourinho aveva un contratto da tre anni e mezzo a fronte di uno stipendio annuo di 15 milioni di sterline, quasi 17,5 milioni di euro. Una cifra inferiore rispetto al guadagno nel Manchester United, che arrivava a 20 milioni di euro. Probabile, dunque, che le cifre nella Roma rimangano queste. Gianluca Di Marzio, giornalista di Sky Sport esperto di calciomercato, ha però dichiarato che “non guadagnerà più di 4 milioni a stagione”. Il club giallorosso potrebbe ammortizzare i costi sfruttando i benefici del “Decreto crescita” applicato al calcio. La cifra, però, non arriva comunque ai livelli di Antonio Conte.