Stipendi medi in Italia, ecco chi guadagna di più al mese

Avvocato, medico, nuove professioni, libero professionista, psicologo, manager: chi guadagna di più al mese, in Italia?

L’ultimo JP Salary Outlook 2020, l’analisi condotta dal portale JobPricing in collaborazione con Infojobs, offre una panoramica del mercato delle retribuzioni nel nostro Paese per cercare di fare il quadro sugli stipendi medi in Italia e sui settori dove si guadagna di più. Secondo i dati alla mano, un lavoratore dipendente nel 2019 ha percepito una retribuzione annuale lorda media di 29.352 euro. Nello stesso anno, la retribuzione media lorda in Italia è scesa rispetto all’anno precedente: 29.235 euro contro i 29.601 euro del 2018. Cifre destinate a peggiorare nel 2020, a causa della crisi sanitaria ed economica che ha determinato un calo drastico delle retribuzioni medie e un aumento della disoccupazione.

Leggi anche: Bonus matrimonio 2021, tutto quello che c’è da sapere

Secondo lo studio, la finanza paga meglio i dirigenti e i quadri; l’industria gli impiegati; le utilities gli operai. Il commercio è invece il settore che paga peggio gli impiegati.
Ecco uno specchietto che illustra le retribuzioni in base alla qualifica professionale. Un dirigente prende 4.487€; un quadro 2.636€; un impiegato 1.681€; un operaio 1.469€.
Su 14 mensilità di stipendio, il percepito medio netto di un operaio è di 1.364 euro, quello di un impiegato 1.561 euro, quello di un quadro 2.447 euro e quello di un dirigente 4.167 euro.

Leggi anche: Bonus Tv, come e quando richiedere il nuovo incentivo

I settori più redditizi

In Italia, i settori che pagano meglio sono Banche e servizi finanziari, con 43.277 €. Seguono Farmaceutica e Biotecnologie con 39.294 €; Ingegneria con 38.222 €; Oil & Gas con 38.093€; settore agricolo, il meno redditizio, ha una RAL media di 23.795 euro. La classifica mette in testa i servizi finanziari con 41.864 euro; le utilities con 32.162 euro; l’industria di processo con 31.109 euro; l’industria manifatturiera con 30.290 euro; il commercio con 28.555 euro; i servizi con 27.983 euro; edilizia con 26.494 euro; agricoltura con 23.795 euro.

Leggi anche: Cashback, in arrivo provvedimenti per i furbetti del rimborso

Gli altri dati

Dai dati risultanti dall’analisi emerge che:

  • chi lavora in imprese di grandi dimensioni guadagna in media di più rispetto ai dipendenti delle piccole imprese.
  • esiste una disparità di genere nelle retribuzioni in Italia, aumentata nel 2019 di oltre 1 punto percentuale. Gli uomini guadagnano in media oltre 3.000 euro in più delle donne.
  • i dirigenti donna nel settore privato sono appena il 16% del totale.
  • al crescere dell’età aumenta la retribuzione.
  • chi ha un livello di istruzione guadagna di più di un non laureato.
  • i dirigenti i principali sono percettori di benefit come smartphone, carta di credito, auto aziendali, rimborso spese viaggio, buoni pasto e ristoranti convenzionati.
  • gli stipendi al Nord sono superiori rispetto al Sud, a prescindere dalla qualifica contrattuale.

Dove si guadagna di più

Per quanto riguarda le province in cui si guadagna di più, al primo posto c’è Milano – 35.497 €, seguita da Bolzano con 33.602 € e Trieste con 33.513 €. Al quarto posto Genova con 32.493 €, seguita da Bologna con 32.242 € e Roma – 32.224. Seguono Parma, Monza Brianza, Varese, Piacenza. In fondo alla classifica Matera (24.844 €), Messina (24.735 €), Ragusa (24.509 €) e Crotone (23.888 €).

Latest articles

Related articles