SMS con codice WhatsApp, non rispondere: attenzione all’ultima truffa!

Se un tuo conoscente o amico ti invia un messaggio chiedendoti di inviare un codice di 6 cifre che dovresti aver ricevuto negli ultimi minuti, non rispondere! Si tratta, infatti, dell’ultima truffa via whatsapp! 

Se un tuo conoscente o amico ti invia un messaggio chiedendoti di inviare un codice di 6 cifre che dovresti aver ricevuto negli ultimi minuti, non rispondere! Si tratta, infatti, dell’ultima truffa via Whatsapp. Funziona così: le “vittime” ricevono un codice di 6 cifre su Whatsapp che il conoscente o l’amico chiedono di essere inviato. Quel codice , in realtà, consegna l’ account WhatsApp nelle mani del truffatore, spacciatosi per amico, che lo immette all’interno del proprio dispositivo.

Leggi anche: Cashback, attento all’errore che ti fa perdere tutti i soldi!

Il copione della truffa è simile ad altri meccanismi di truffa che circolano ormai da tempo e si muove sulla piattaforma di messaggistica del gruppo Facebook, nonostante le misure di sicurezza adottate dai gestori per tentare di mantenere i protetti i suoi utenti. Il servizio è stato ideato da WhatsApp: immettendo il proprio numero in una copia di WhatsApp appena installata, la piattaforma invia via SMS un codice di 6 cifre al numero di telefono indicato come sistema di sicurezza. I messaggi in questione sono tutti simili: “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?”. Basta inviarlo e la vittima perde l’accesso al proprio account.

Leggi anche: Raccomandata 1, cos’è il servizio di Poste Italiane per la consegna veloce

La Polizia Postale, via Facebook, ha dato l’allarme rivelando come, nell’ultimo periodo, siano aumentate le segnalazioni da parte delle nuove vittime. L’invio del codice da infatti avvio ad un sistema a catena. Una volta impossessatisi di un account, i truffatori trascrivono i numeri di telefono nella rubrica dei contatti della vittima e iniziano a inviare la stessa tipologia di messaggi anche a loro. La truffa si diffonde inglobando decine di account, per poi proseguire ad altre truffe con carta di credito.

Attenzione, quindi: non condividere mai eventuali codici di 6 cifre ricevuti da WhatsApp via SMS. Inoltre, la Polizia postale consiglia di abilitare l’autenticazione a due fattori all’interno dell’app, con un PIN secondario da immettere oltre al codice SMS in queste situazioni.

Latest articles

Related articles