Reddito di emergenza, a partire da oggi i pagamenti delle domande di maggio

Al via da oggi, 15 giugno, i pagamenti delle mensilità del reddito di emergenza, per chi ha fatto domanda a maggio. 

A partire da oggi, 15 giugno, partiranno i pagamenti da parte dell’Inps delle mensilità del Reddito di emergenza per chi ha fatto domanda a maggio e per gli ex percettori di Naspi e Discoll. Per coloro che hanno inoltrato la richiesta entro il 30 aprile scorso, l’erogazione di metà giugno sarà la seconda delle tre previste. Chi invece ha presentato domanda di Rem entro il 31 maggio, riceverà la prima tranche a partire da oggi, 15 giugno.

Leggi anche: Bonus condizionatore senza ristrutturare casa: i requisiti per richiederlo

Il Reddito di emergenza è una misura, introdotta nel maggio del 2020 con il Decreto Rilancio e prorogata con l’ultimo provvedimento Sostegni a firma di Draghi, che mette a disposizione risorse ai nuclei famigliari con un Isee inferiore ai 15mila euro. Il sussidio mensile è calcolato sulla base del numero dei componenti presenti nel nucleo famigliare e va da un minimo di 400 euro fino ad un massimo di 800. Gli importi vengono incrementati se si ha in famiglia un componente in condizioni di grave disabilità. La novità, per il 2021, è che il sussidio viene esteso a soggetti che hanno terminato tra il 1 luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 di ricevere gli ammortizzatori sociali, come l’indennità Naspi e Discoll; inoltre, cresce la soglia massima per i nuclei familiari che risiedono in abitazione in affitto.

Leggi anche: Chiara Ferragni apre un bar a Milano, ecco quanto costa un caffè!

La domanda può essere presentata online, attraverso il servizio dedicato, autenticandosi con le proprie credenziali; oppure tramite i servizi offerti dai CAF e dai Patronati. Attenzione! Deve ripresentare la domanda anche chi ha già percepito il Rem nell’anno 2020. Non c’è quindi invio automatico ai soggetti che già lo avevano percepito nel 2020. Tuttavia, per poter presentare domanda, è necessario soddisfare dei requisiti. Vediamo quali.

Leggi anche: E’ giusto dare una paghetta ai figli? Le risposte dell’esperta

Scadenza delle domande

C’è tempo fino al 31 luglio 2021 per le domande di Reddito di emergenza, che vanno presentate sempre all’Inps per le mensilità di giugno, luglio, agosto e settembre 2021. Possono farne richiesta le famiglie in difficoltà economica a causa del Coronavirus che non hanno potuto fruire di altri bonus emergenziali. Le famiglie che per la prima volta richiedono il Reddito di Emergenza devono presentare la domanda tramite modello predisposto dall’Inps. I nuclei che in passato hanno già ricevuto questo sostegno non devono rifare domanda per ottenere il sussidio.

E’ possibile verificare lo stato della propria domanda accedendo attraverso il sito Inps all’area privata, in possesso di Spid, Carta di identità elettronica, Carta nazionale dei servizi, Pin Inps.