Bonus e agevolazioni dello Stato, la guida per le dichiarazioni e i bilanci

Ecco cosa cambia nella Dichiarazione dei redditi per quanto riguarda bonus da dichiarare percepiti durante il 2020!

Il mondo delle dichiarazioni, da quest’anno, è ancora più complicato. A causa dei numerosi bonus e sussidi erogati da Palazzo Chigi dopo la pandemia, si rischia di fare confusione tra cosa deve essere dichiarato, cosa no e come. Ci serviamo allora di una guida de Il Sole 24 ore per orientarci nella bussola delle dichiarazioni e dei bilanci. Iniziamo col dire che le principali novità della Dichiarazione dei redditi 2021 è la precompilata per gli eredi, la tracciabilità delle spese con detrazione IRPEF al 19%, e nuove voci che racchiudono tutti i bonus percepiti durante questo periodo.

Leggi anche: Stralcio cartelle esattoriali, come verificare la propria posizione online

Nella dichiarazione precompilata, disponibile a partire dal 10 maggio sul portale dell’Agenzia delle Entrate, nell’area riservata, si trovano presenti sia il 730 sia il modello Redditi persone fisiche. I dati che il Fisco ha inserito e calcolato in automatico sono quelli presenti nella Certificazione Unica: gli interessi passivi sui mutui; i contributi detraibili o deducibili; i contributi versati per i lavoratori domestici; le spese sanitarie; i rimborsi; altre spese che danno diritto a detrazioni; il bonus vacanza; alcuni dati della dichiarazione dell’anno precedente. L’invio può essere effettuato entro il 30 settembre per il 730, mentre per il modello Redditi c’è tempo fino al 30 novembre.

Leggi anche: 320 euro in regalo grazie al bonus bancomat: ecco come

Per quanto riguarda le detrazioni, sappiamo che dal primo gennaio 2020 la detrazione del 19% degli oneri e delle spese spetta se il pagamento è stato effettuato con sistemi tracciabili. Il Fisco ha inserito nella precompilata solo le spese effettuate con pagamenti tracciabili. Tra le voci che possono essere inserite a mano ci sono le spese scolastiche ed erogazioni liberali agli istituti scolastici con relativi rimborsi; Superbonus 110% per le spese sostenute dal primo luglio 2020; bonus vacanze utilizzato nel 2020; bonus Facciate al 90%; bonus mobilità; trattamento integrativo per i redditi da lavoro dipendente.