Sostegni bis, tutte le novità approvate con gli emendamenti

Dagli affitti ai matrimoni: ecco quali sono gli emendamenti del Decreto Sostegni bis che sono stati approvati e in cosa consistono.

Il Decreto Sostegni bis è ormai entrato nel vivo. Infatti, sono iniziate il 7 luglio le votazioni agli emendamenti in commissione Bilancio alla Camera, dove è in corso l’esame del decreto legge che sarà discusso lunedì prossimo a Montecitorio. Diverse le misure che sono state approvate fino ad adesso, a partire dal Green Pass, il certificato vaccinale che permetterà a chi ha ricevuto il vaccino di spostarsi liberamente. Il Green Pass può essere rilasciato anche dopo risultato di tampone negativo o di avvenuta vaccinazione. Tuttavia, per i bambini sotto i 6 anni non ce ne sarà bisogno per partecipare a banchetti con meno di 60 partecipanti. Inoltre, questi non hanno l’obbligo di sottoporsi al tampone per motivi di viaggio.

Leggi anche: Bonus affitto 2021, tutto quello che c’è da sapere: i requisiti e come averlo

I minori non possono essere sottoposti a quarantena o autoisolamento per motivi di viaggio in Unione Europea se tali restrizioni non sono state imposte ai genitori. E’ stato inoltre approvato l’emendamento che prevede i tamponi gratuiti alle persone disabili o fragili, che non possono essere vaccinati a causa delle loro patologie. Un’altra importante novità riguarda il fondo per il terzo settore, incrementato di 60 milioni per il 2021. Di questi, 20 milioni sono contributi a fondo perduto per enti religiosi, non commerciali e organizzazioni non lucrative di utilità sociale. Altri 10 milioni vanno alle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza per le spese sostenute per adeguarsi alle norme anti-Covid. Un terzo emendamento stanzia altri 50 milioni per il ristoro delle perdite legate alle fiere, mentre una proposta di modifica approvata incrementa di 10 milioni il fondo anti-usura.

Leggi anche: Bonus affitto 2021, tutto quello che c’è da sapere: i requisiti e come averlo

Gli altri emendamenti

Gli altri emendamenti che sono stati approvati sono:

  • Stanziati 350 milioni per l’ecobonus auto, che prorogato dal 30 giugno al 31 dicembre 2021. Aiuti anche alle auto usate, ma che siano Euro 6 e con contestuale rottamazione di un veicolo di medesima categoria e di almeno 10 anni.
  • Incrementate le risorse per settore del wedding, intrattenimento e Horeca (hotel, ristoranti e bar) e approvato anche l’incremento delle risorse per il Fondo straordinario degli enti del terzo settore e un sostegno economico utile a garantire la continuità delle erogazioni delle prestazioni delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza.
  • Destinati altri 50 milioni al fondo che ristora l’annullamento, il rinvio o il ridimensionamento delle fiere nonché a favore dei servizi di logistica e trasporto e di allestimento che abbiano una quota superiore al 51% dei ricavi alle attività di fiere e congressi. L’efficacia è subordinata all’autorizzazione della commissione europea.
  • Stanziati ulteriori 30 milioni per comprensori ed aree sciistiche a carattere locale per interventi di innovazione tecnologica, ammodernamento e miglioramento dei livelli di sicurezza degli impianti di risalita, alle piste da sci e degli impianti di innevamento programmato.
  • Approvato lo stop all’Imu per il blocco sfratti: nel caso in cui, nel 2021, uno sfratto per morosità sia stato sospeso a causa dell’emergenza Covid-19, i proprietari dell’abitazione non dovranno pagare l’Imu per il 2021.
  • Il bonus vacanze è stato esteso anche ai “pacchetti turistici”. Introdotto un fondo da 5 milioni di euro per il 2021 per il sostegno dei B&B.
  • Assegnato un contributo da mezzo milione di euro ai comuni di Stresa e Omegna, finalizzato al ristoro delle attività alberghiere e di ristorazione e bar.
  • Approvato anche il “bonus psicologi”, uno stanziamento di 10 milioni per favorire l’accesso ai servizi psicologici delle fasce più deboli della popolazione, con priorità per i pazienti affetti da malattie oncologiche e per il supporto dei ragazzi in età scolare
  • Aumenta di 40 milioni per il 2021 il fondo per il sostegno delle attività economiche per cui sia stata disposta la chiusura a causa della pandemia di Covid-19. La norma modifica i tempi di chiusura necessari ad accedere ai fondi, che da 4 mesi diventano 100 giorni.
  • Un milione di euro è destinato agli organizzatori di eventi del campionato del mondo MotoGp, per le perdite legate alla mancanza di pubblico. Altri 6 milioni sono stati stanziati per la società Sport e Salute per finanziare il bando ‘Sport nei parchi’
  • Contributi a fondo perduto per un totale di 100 milioni nel 2021 per “mitigare la crisi economica delle imprese operanti nel settore della ristorazione collettiva”
  • Alle imprese editrici di quotidiani e periodici viene riconosciuto il credito d’imposta nella misura del 10% delle spese sostenute nel 2020 per l’acquisto di carta. Il provvedimento è finanziato con 30 milioni
  • Approvato un fondo da 5 milioni per il 2021 e da 2,5 milioni per il 2022 per indennizzare i proprietari di immobili esposti all’inquinamento degli stabilimenti ex Ilva a Taranto. Possono accedere al fondo i proprietari di immobili oggetto dell’aggressione di polveri provenienti dallo stabilimento Ilva nei confronti dei quali sia stata emessa una sentenza definitiva di risarcimento danni.
  • Contributi per 10 milioni di euro per gli ospedali pediatrici. Cinque milioni di euro andranno all’ospedale pediatrico Istituto Giannina Gaslini e cinque agli altri Istituti pediatrici di ricovero e cura a carattere scientifico
  • Cambiano i termini per i pagamenti dei debiti con l’Agenzia delle entrate. Le scadenze del 28 febbraio e 31 marzo 2020 slittano al 31 luglio 2021; quella del 31 maggio 2020 al 31 agosto 2021; quella del 31 luglio 2020 al 30 settembre 2021; quella del 30 novembre 2020 al 31 ottobre 2021; quelle del 28 febbraio, 31 marzo, 31 maggio e 31 luglio 2021 al 30 novembre 2021
  • Introdotta una riduzione al 9% dell’Iva sugli “animali vivi ceduti per attività venatoria”, cioè sulla selvaggina. Il provvedimento ha un costo di 500mila euro.
  • I contributi a fondo perduto per gli operatori economici colpiti dall’emergenza epidemiologica sono estesi anche alle imprese con ricavi fra i 10 e i 15 milioni di euro. Le risorse stanziate sono pari a 529 milioni di euro per il 2021
  • Previste anche assunzioni a tempo determinato, fino al 30 dicembre 2021, di docenti e personale amministrativo tecnico nelle scuole. L’obiettivo, ha spiegato la deputata Pd Rosa Maria Di Giorgi, è “l’apertura in sicurezza dell’anno scolastico. Per gli insegnati e personale Ata che si dovranno dedicare al supporto dei ragazzi ci sono 400 milioni”. Fra l’altro vengono stanziati 10 milioni per le scuole dell’infanzia paritarie.