Risparmio e cucina, tre semplici consigli per spendere meno sulla spesa

Risparmiare sulla spesa alimentare è qualcosa che fa comodo a tutti. Oggi con questi tre semplici consigli potremo farlo tutti molto meglio.

risparmio sulle spese alimentari

Nell’economia domestica la spesa alimentare è forse quella che con meno forza incide sul bilancio familiare, ma questo non significa che debba essere trascurata. In un’epoca in cui si hanno migliaia di prodotti sempre a disposizione è molto facile finire per acquistare cibo di troppo, che magari finisce per essere buttato. Le soluzioni per evitare acquisti di troppo sono diversi, ma oggi ci concentreremo su tre consigli molto semplici da tenere a mente quando si sta girando per il supermercato pensando a cosa cucineremo per cena.

Leggi anche: Autostrade, pedaggi ridotti per i cantieri: 77 milioni solo nel 2020

Il primo consiglio, per quanto semplicistico possa sembrare, è comprare di meno. Può sembrare una consiglio facile, ma significa cercare di distinguere tra cose che servono davvero da una parte e vizi e capricci dall’altra. Un pacchetto di patatine, pop-corn o altri snack in più, bibite gassate o alcoliche è meglio riservarle solo per le occasioni di festa, mentre in altri momenti sarebbe meglio evitare questi acquisti extra, limitandosi all’essenziale per sé e per la propria famiglia.

Risparmio sulle spese alimentari

Un secondo consiglio molto importante è sapere che cosa si sta acquistando. Capita spesso che si scelga una determinata marca di un prodotto più costosa piuttosto che un’altra o una sottomarca per l’idea che se costa di più, sia anche migliore, ma non necessariamente è così. Le marche di prodotti più blasonati, pensate a una qualsiasi marca di pasta o affettati, fanno rientrare nei loro costi di produzione, e quindi nel prezzo finale dei prodotti, anche le campagne pubblicitarie, che tendono ad alzare il prezzo del prodotto stess. Il prezzo può poi essere dovuto a una scelta aziendale di posizionamento sul mercato, e non alla qualitù effettiva del prodotto. Spendendo un po’ di tempo a leggere le etichette e confrontarle si può notare che molti degli stabilmenti in cui vengono realizzati i prodotti più publicizzati sono gli stessi delle sottomarche, quindi tra i due prodotti la differenza di qualità è praticamente nulla. Sapendo questo, il consiglio è di scegliere marche di prodotto più economiche facendo attenzione ai dettagli delle etichette in modo da non rinunciare alla qualità.

Leggi anche: Green pass, Draghi avverte: senza vaccini si chiude di nuovo tutto

Il terzo e ultimo consiglio, quello più scontato, è prestare attenzione a sconti e promozioni. Accade spesso che nei supermercati certi prodotti vengano scontati, per i più svariati motivi, ed è quello il momento migliore per acquistarli. Se riuscite a bilanciare il vostro menù settimanale intorno ai prodotti scontati potrete accorgervi che a fine mese avrete speso meno rispetto a prima.

Impostazioni privacy