Bonus fisioterapia, spese detraibili per risparmiare sulle sedute

E’ possibile portare in detrazione fiscale le spese sostenute per effettuare sedute di fisioterapia. Ecco quali e come.

Il bonus fisioterapia rientra nelle detrazioni del 19% previste per le spese sanitarie. All’interno delle spese sanitarie, chiaramente, trovano spazio anche le sedute di fisioterapia. Anche le spese per le sedute di fisioterapia, sono tuttavia soggette all’obbligo di pagamento tracciabile, previsto dalla Legge di bilancio 2020. Infatti, per avvalersi della detrazione fiscale pari al 19%, è necessario che i pagamenti siano stati effettuati con mezzi di pagamento tracciabili, in modo tale da cercare di arginare l’evasione fiscale.

Leggi anche: Tokyo 2020, quante medaglie d’oro ha vinto l’Italia alle Olimpiadi

Nella norma si legge che: “Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19 per cento degli oneri indicati nell’articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.917, e in altre disposizioni normative spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.241”.

Leggi anche: Vaccini, confermato l’aumento dei sieri: ecco quanto costa una dose

Quando scatta la detrazione

Tuttavia, ci sono delle eccezioni. I medicinali, i dispositivi medici e le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al SSN possono essere pagati in contanti. La detrazione è valida limitatamente ai costi sanitari complessivi, che supera la cifra di 129,11 euro nelle seguenti circostanze:

  • prestazioni rese da un medico generico, in cui sono incluse quelle di medicina omeopatica;
  • acquisto di medicinali da banco e/o con ricetta medica, anche nel caso di farmaci omeopatici;
  • acquisto o affitto di dispositivi medici/attrezzature sanitarie, incluse protesi sanitarie;
  • analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, terapie;
  • prestazioni specialistiche;
  • prestazioni chirurgiche;
  • trapianto di organi;
  • ricoveri per degenze o collegati ad interventi chirurgici;
  • cure termali.