Puoi avere un Iban senza un conto corrente: lo colleghi alle tue carte e riduci i costi

Se non si vuole o non si può ottenere presso la propria banca un conto corrente tradizionale, la carta conto è un’ottima soluzione.

carta conto

Il codice Iban identifica un conto corrente ed è necessario per inviare o ricevere bonifici, così come per tante altre operazioni. Molti istituti di credito si sono però aggiornati e propongono modalità molto più semplici per ottenerlo, rispetto all’apertura del classico conto corrente. E’ possibile dunque avere un Iban anche senza essere titolari di un conto bancario o postale, sfruttando quelle che si chiamano carte conto.

Le carte conto sono, al contrario delle più conosciute prepagate, delle carte che offrono la praticità di un conto corrente, senza però doverlo aprire. Infatti si possono utilizzare per ricevere e fare bonifici in Italia e all’estero, accreditare la pensione, lo stipendio, richiedere l’addebito delle bollette e ricaricare il proprio cellulare. 

Leggi anche: Se dimentichi di pagare il bollo auto puoi rimediare: ecco come!

Oltre a questo la carta conto gode altre numerose agevolazioni, è molto economica a livello di mantenimento e costituisce un bel risparmio per quanto riguarda le spese di commissione. Gli unici requisiti richiesti per entrare in possesso di una carta conto sono quelli di avere più di 18 anni ed essere residenti in Italia. Chi sfrutta queste carte sono principalmente studenti e ragazzi appena entrati nel mondo del lavoro, che non necessitano dell’operatività costante di un conto corrente e non ne vogliono sostenere le spese. Questo tipo di carta viene inoltre concessa anche a disoccupati, cattivi pagatori e pignorati, tutti soggetti che di solito hanno molta difficoltà ad aprire un conto corrente normale. 

Leggi anche: Comprare il Green Pass su Telegram, ecco cosa si rischia

Attenzione ai rischi della carta conto

Se si sceglie di avere una carta conto bisognerà fare particolare attenzione agli acquisti online. Per questa pratica è necessario munirsi di un sistema di sicurezza, come un Pin monouso, notifiche, sms tramite cellulare ecc. Inoltre, è consigliabile tenere sempre sotto controllo il proprio saldo e i movimenti, in modo da monitorare il tutto. Con una carta conto, inoltre, non è possibile fare alcun tipo d’investimento finanziario, né aprire un conto deposito o richiedere il libretto per gli assegni.