Agevolazioni per persone disabili, iva al 4% e detrazioni per loro e le famiglie

In Italia le persone con disabilità fisica e mentale hanno diritto ad agevolazioni fiscali. Ecco di quali possono usufruire. 

La Legge 104 ha già istituito delle detrazioni e delle agevolazioni per le persone in condizioni di invalidità o disabilità. I principali benefici a favore delle persone con disabilità o invalidità sono l’Iva al 4% e la detrazione fiscale del 19% per gli acquisti di alcuni beni e utensili, come auto o motoveivoli per le persone in stato di cecità o sordità, oppure con handicap gravi.

Leggi anche: Risparmia calorie per aiutare la tua dieta. 10 astuzie che sono alla base di tutto

Le agevolazioni dell’Iva al 4% e la detrazione del 19% possono essere applicate alternativamente o contemporaneamente a molte altre spese, come quelle di manutenzione dei veicoli; dell’acquisto degli utensili utili alla deambulazione; dell’ acquisto di sussidi tecnici e informatici; di spese mediche in caso di ricovero per le persone anziane in caso di spese eccedenti i 129,11 euro.  Per altre spese mediche generiche di assistenza specifica sono oggetto di deduzione per intero dal reddito complessivo.

Leggi anche: Le migliori lauree per trovare lavoro, gli studi più richiesti e quanto si guadagna

Le agevolazioni sono sempre fruibili anche per un familiare della persona disabile quando la persona disabile in questione è fiscalmente a carico del familiare. Ovvero quando il suo reddito complessivo, al lordo degli oneri deducibili, non è superiore a 2.840,51 euro o di 4.000 euro, dal 1 gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni. La detrazione forfettaria per il mantenimento del cane guida spetta unicamente alla persona non vedente. Per quanto riguarda l’applicazione dell’aliquota IVA agevolata, nei casi in cui il beneficio è subordinato al fatto che la cessazione o la prestazione sia effettuata personalmente nei confronti del disabile è stabilito che il beneficiario dell’operazione può essere un familiare del disabile rispetto al quale il disabile sia fiscalmente a carico.

Se la persona disabile è affetta da minorazione di tipo fisico/motorio, per avere l’esenzione permanente dal pagamento del bollo, il veicolo deve essere adattato. Sono previsti gli stessi limiti di cilindrata previsti per le agevolazioni Iva: 2.000 cc se a benzina, o 2.800 se a diesel o ibrido, e di potenza non superiora a 50 kW.