Massimo D’Alema, la dolce vita dopo i vitalizi: quanto costa acquistare i suoi vini

Massimo D’Alema si è ritirato dalla politica e ha aperto la sua azienda vinicola a conduzione famigliare. Ecco quanto costano i suoi vini.

L’azienda si chiama La Madeleine: Massimo D’Alema e la moglie Linda la conducono insieme, a nome dei loro due figli che sono stati nominati come proprietari. Tutta la produzione è gestita anche dal famoso etnologo Riccardo Cotarella, che con la sua expertise ne sorveglia la qualità e il sapore. La famiglia D’Alema possiede in tutto 15 ettari di campi, in Umbria, tra Narni e Otricoli, un territorio piuttosto vicino a Terni. L’azienda è molto giovane, la proprietà è stata acquisita solo nel 2008. La tenuta è stata completamente ristrutturata, mentre il nome è rimasto quello della precedente azienda di allevamento, appunto La Madeleine.

Leggi anche: Carburante, i rincari non si fermano: preparati a spendere 13 euro in più ogni volta che fai il pieno

I vini che si possono acquistare sono parecchi. L’azienda produce il Nerosé, uno spumante rosé ricavato dal pinot nero tramite un metodo classico. Poi c’è lo Sfide, un vino che cavalca l’ultimo trend dei vini senza solfiti aggiunti, e viene prodotto con una tecnica innovativa condivisa con il progetto Wine Research Team. Il NarnOt è invece un rosso corposo e impegnativo, il suo nome viene proprio dalla fusione dei due luoghi Narni e Otricoli dove si trovano le vigne. Per finire c’è il Pinot Nero La Madeleine, la produzione più recente che però sta dando già dei buoni frutti.

Leggi anche: Mara Venier, 70 anni fra poche settimane. Sono poche le donne che alla sua età guadagnano quanto lei

Quanto guadagna D’Alema per i suoi vini?

Secondo le ultime stime l’azienda sta producendo circa 45mila bottiglie all’anno. La famiglia ha raccontato come l’azienda abbia anche usufruito dei fondi della Comunità Europea, per la precisione 57.500 euro di finanziamento. Non si può accedere alla tenuta, per cui è conveniente acquistare i vini tramite il sito aziendale, che ha fissato un minimo di ordine che parte da 250 euro se si vuole comprare all’ingrosso. I prezzi per i privati invece partono da circa 9.50 euro per lo Sfide, 17.50 euro per il Nerosè, fino ad arrivare al NarnOt con 29 euro, e il Pinot Nero a 33.50 euro.